Setticemia

Salve, vi scrivo per mio nonno cardiopati con con tre bypass e pcmaker e diabetico. Ieri sera purtroppo (dopo un giorno di malessere nausea e probabilmente febbre) è stato ricoverato. Suppongo si sospetti di setticemia anche se non ce lo hanno detto apertamente. Gli hanno fatto emocoltura e gli hanno attaccato la cannetta dell'ossigeno a livello2. Hanno inziato antibiotico. Nel pomeriggio la febbre era scesa (a seguito di assunzione tachipirina) a 36.6 da 38/39 di stamattina e ieri sera. Secondo voi è un buon segno? Ci sono speranze?
Dalle analisi non so molto solo che aveva leucociti 20000 e glicemia circa 300.
Ha dolori al collo, mal di testa e male alla gamba. Fa fatica a muoversi e a parlare. ieri sera pressione 60 - 90. Tremori nelle giornate di ieri e l'altro ieri (oggi non sembra). Molto molto sudato.
[#1]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale, Medico di base, Pneumologo, Psicoterapeuta
Gent.ma Utente,

Di solito l'abbassamento della temperatura è, ovviamente, un buon segno. A volte nell'anziano la temperatura non reagisce in modo così tipico MA Suo nonno aveva una temperatura al di sopra della norma e quindi è prevedibile che questa si comporti ancora nel modo solito. La glicemia alta, poi, è una reazione comune nei casi di forte stress fisico e psichico, era un fenomeno prevedibile. Se è stato ricoverato probabilmente gli stanno anche praticando insulina.

Coraggio e auguri.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Si mi sono dimenticata di dire che stanno praticando anche insulina e hanno fatto anche tac cerebrale negativa. La glicemia in realtà anche 5/6 mesi fa aveva 300.. è abbastanza normale per lui avere quei valori forse..
[#3]
dopo
Utente
Utente
Oggi sono andata a trovarlo. Sembrava stare meglio anche se gli hanno fatto raggi alla gamba per un forte male gamba/inguine. Beve molto. I parametri l'infermiere ha detto che andavano bene e non aveva febbre. Glicemia prima di pranzo era 238 e gli hanno dato 12 unità di insulina. Purtroppo non siamo riusciti a parlare col medico e non sappiamo di più.
[#4]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale, Medico di base, Pneumologo, Psicoterapeuta
Salve.

Credo che non ci sarebbe moltissimo da dire, se c'è una sepsi, una delle cose più rognose è scoprire da dove parte. Il trattamento è relativamente semplice perché si lavora su antibiogramma. Il problema è l'età della persona e le diminuite resistenze a causa del diabete. Ma è anche vero che avere delle emoculture permette di sparare a colpo sicuro più di parecchi altri accertamenti. E' in queste situazioni che ci si rende conto quanto sia importante non far aumentare le resistenze batteriche della popolazione usando antibiotici fuori luogo quando non servono.

Sempre auguri.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Purtroppo i risultati ancora non sono arrivati e non sappiamo se davvero c'è questa sepsi.. credo che se siano positivi il medico ha detto che dovrebbero arrivare nel giro di qualche giorno altrimenti circa 7 giorni ci ha detto ieri mattina. Comunque mio nonno già da ieri è sotto antibiotico e credo che nella sua vita ne abbia presi ben pochi medicinali apparte dopo l'operazione al cuore
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, stamattina sono arrivati a risultati dell'emocultura. I medici ci hanno detto che sono positivi a diversi batteri ma non abbiamo capito se è setticemia o meno. Comunque il medico ci ha detto che la febbre è pressochè nulla e su quello non ci sono problemi. Oggi gli facevano un'ecografia alla pancia perchè non sanno da dove è partita l'infezione. Inoltre ho visto che gli fanno l'esame del sangue occulto.
Un altro problema è reòativo alla gamba in quanto non riesce a muovere una gamba, urla dal male. Male concentrato all'anca. Hanno fatto radiografia negativa ma oggi vogliono provare a farne un'altra perchè non capiscono; infatti mio nonno tiene la gamba ruotata come fosse una rottura ci ha detto il fisiatra.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa