Possibile nella pratica clinica somministrare due o più farmaci che fanno interazione non

Buona sera,
Mi chiedevo come è possibile nella pratica clinica somministrare due o più farmaci che fanno interazione non desiderata tra loro oppure quanto tempo debba attendere tra un farmaco e l'altro per evitarla.
Vi ringrazio anticipatamente
[#1]
Dr. Chiara Lestuzzi Cardiologo 1,5k 64 3
La domanda è troppo generica ed è impossibile rispondere.
Di solito si cerca di evitare la somministrazione di farmaci con interazioni importanti. Se indispensabile, ci sono diverse strategie: una è quella di modificare il dosaggio di uno dei due (p. es. se il farmaco A aumenta la concentrazione o l'effetto clinico del farmaco B, si può ridurre la dose del farmaco B); un' altra può essere quella di dare i due farmaci a ditanza di tempo, considerando l'emivita (cioè il tempo in cui la concentrazione nel sangue si riduce a metà) del primo farmaco somministrato. L'effetto di alcuni farmaci si esaurisce in poche ore (sono quelli in cui l' assunzione dovrebbe essere di 3 o più volte al giorno) e quindi lasciano una "finestra" abbastanza ampia.
Non so se questa risposta è sufficiente, ma la domanda era veramente vaga,
Cordiali saluti

Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa