Utente
Stimati Dottori/sse,
a metà gennaio ho avuto i seguenti sintomi:
Durante il sonno ho avvertito come se mi mancasse l'ossigeno al la testa / il respiro, che mi ha fatto svegliare di soprassalto.
Dopo qualche minuto di tranquillizzazione, mi sono, recato in bagno ancora molto scosso: ho orinato (molto scura).
Tornato a letto ho avvertito progressivamente e per alcune ore: tachicardia / aritmie cardiache, contrattura, tensione muscolare globale, dolori acuti in varie parti del corpo, dolore al basso ventre, alternato ad una senzazione di anestesia a tutta la zona addominale. Ho avvertito anche una volta la sensazione molto forte di amaro sul retro palato, gola, (ero a digiuno dall'ora di cena).
Questi sintomi si sono protratti per qualche giorno, con miglioramenti significativi sul fronte del cuore, ma non proprio per l'intestino, infatti provando a mangiare qualcosa una volta al giorno provavo dolori, anche se non più particolarmente intensi.
Stabilito che non si era trattato di influenza o di indigestione, una volta riprese le forze mi sono recato al pronto soccorso.
Preciso che fino al momento in cui sono andato al pronto soccorso per fare accertamenti sui suddetti sintomi, non avevo assunto farmaci particolari, né mi erano state diagnosticate malattie particolari negli ultimi anni: anzi godevo di un'ottima salute.
Al pronto soccorso il 21/01 mi sono state somministrate delle medicine (EN, Serenase).

Seguono i risultati delle analisi ematiche (ho riportato solo i valori che si sono rivelati fuori norma):
Sono state effettuate all'Ospedale, tranne l'ultima dopo quasi due mesi, all'ambulatorio di residenza.

Riferimento:
1) PIASTRINE(µL*10^3 150-450)
2) GLICEMIA(mg/dL 74-106)
3) SODIO(mEq/L 134-146)
4) POTASSIO(mEq/L 3,5-5,5)
5) CK(U/L 38-174)
6) BILIRUBINA DIRETTA(mg/dL 0-0,20)
7) GLOBULI ROSSI(µL*10^6 4,5-6)
8) EMATOCRITO(% 40-52)
Ho messo N.R. per i valori che in quell'esame particolare NON sono stati RICERCATI.

21/01/08
1) 249
2) 112
3) 139
4) 3,4
5) 212
6) N.R.
7) 5,26
8) 46,4

23/01/08 07:00
1) 65
2) 75
3) 140
4) 3,4
5) 381
6) 0,44
7) 4,7
8) 41,7

23/01/08 13:00 (emocromo su citrato)
1) 182
2) N.R.
3) N.R.
4) N.R.
5) N.R.
6) N.R.
7) 4,4
8) 38,9

25/01/08
1) 94
2) N.R.
3) N.R.
4) N.R.
5) N.R.
6) N.R.
7) 4,65
8) 41,3

28/01/08
1) 128
2) N.R.
3) N.R.
4) N.R.
5) N.R.
6) N.R.
7) 4,62
8) 41,4

13/03/08
1) N.R.
2) 83
3) 144
4) 3,8
5) 154
6) N.R.
7) N.R.
8) N.R.

L'ipotesi che qualche medico all'ospedale aveva fatto, l'ipotiroidismo mi sembra sia stata negata da questi risultati:
TSH(0,350-5,500) 0,860
FT4(0,89-1,76) 1,34
FT3(2,30-4,20) 3,60

Tengo a precisare che negli ultimi periodi non ho trascurato in modo significativo l'alimentazione, né ho fatto particolari attività o sforzi fisici, anzi il mese intorno alle feste natalizie effettuavo un lavoro di tipo informatico presso il mio domicilio.
Dai primi di febbraio, dopo la dimissione dall'ospedale, ho continuato ad avvertire dolori all'addome in fase digestiva, associati a gonfiori, con feci soventemente sfatte, e occasionale tachicardia/aritmia (ma PA minima bassa e massima mai oltre 170, FC 120) senza stimoli esterni e in assenza di turbamenti particolari.
I sintomi si sono verificati fino ad oggi alternativamente, per 2/3 giorni disturbi e debolezza, poi 1 settimana o più senza sintomi, poi ricomparsa dei sintomi.
Ahimè l'unica cosa che il mio medico di base mi ha consigliato è stato il prendere regolarmente un ansiolitico a base di benzodiazepine, e prescrivermi visita cardiologica+ecg, con codice bianco, cosa che verrebbe fatta a fine Maggio. La sua opinione fino ad ora è stata: i valori sono normali, il cardiopalma è dovuto ad ansia.



Seguono poi i risultati degli Esami urine:
Ho messo N.R. per i valori che in quell'esame particolare NON sono stati RICERCATI.

21/01/08 13/03/08
PROTEINE N.R. 20
(mg/dl 0-5)
====================================================
UROBILINOGENO N.R. 1
(mg/dl 0-0,2)
====================================================
LEUCOCITI tracce 25
(ESTERASI)
(mg/dl 0-0)
====================================================
NITRITI assenti assenti
(assenti)
====================================================
PESO SPECIFICO 1025 1036
(1005-1030)
====================================================
ESAME N.R. tracce di muco
MICROSCOPICO
DEL SEDIMENTO
====================================================
PH N.R. 5,5

Ho fatto in modo privato una ecografia all'addome completa, da cui non risultano anomalie degli organi.

Che cosa ne pensate?

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile signore
mi permetto di risponderle sperando di fare cosa utile e alei gradita.
Ho alcune perplessità sulla conta piastrinica che vedo oscillare anche a 85 e 94, valori decisamente bassi addirittura nello stesso giorno...il 23 e a distanza di 4-5 giorni. A parte che ciò potrebbe dipendere dalla strumentazione di laboratorio, dalla diluizione del campione ecc..
Voglio chiederle se per caso lei abbia ingerito al manifestarsi dei sintomi piselli o fave o determinate medicine, perchè la carenza di un particolare enzima che si chiama G6PD in partivolari circostanze come assunzione di tali alimenti i determinati farmaci può manifestarsi con una sintomatologia simile a quella da lei indicata.

La crisi si manifesta improvvisamente, da 12 a 48 ore con stanchezza acuta e miastenia, respiro difficoltoso, battito cardiaco irregolare, pallore abnorme, e/o insorgenza di ittero, le urine potrebbero essere di un colore arancio scuro tipo marrone. C'è inoltre un'altra condizione di carenza enzimatica che si chiama PORFIRIA, e ossono aversi attacchi acuti e intermittenti con gli stessi sintomi. In questo caso bisogna dosare enzimi all'interno del globulo rosso (ALA e PGB e non ricordo cos'altro) e tra l'altro sono anche associate a obiettività neurologica oltre che addominale.

Quindi le consiglierei di fare queste ricerche specifiche perchè essendo episodi di non comune riscontro, normalmente nessuno ci va a pensare...e meno che mai negli ospedali in uuna situazione di pronto soccorso, perchè sono indagini fini che vanno fatte dopo aver consulato uno specialista ematologo. In ogni caso non c'è da preoccuparsi.

Mi faccia sapere.
La saluto cordialmente
Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente
Gentilissima Dottoressa, innannzitutto La ringrazio per i pareri medici e per i consigli.

Le dirò che la sera immediatamente precedente all'insorgere dei sintomi, avevo mangiato riso e fagioli in quantità moderata, mentre riguardo alle medicine io non ne ho prese, ma il dubbio di un tentato avvelenamento (con farmaci/altre sostanze) da parte di un congiunto non è ancora stato possibile scioglierlo del tutto: comunque al pronto soccorso avevano anche ricercato Barbiturici, Benzodiazepine, (Met)Amfetamine, Cannabinoidi, Oppiacei, Cocaina e tutti sono risultati negativi. Posso aggiungere che seppure non mi capiti di mangiare fave frequentemente (capiterà 2-3 volte l'anno), normalmente le mangio con gusto e il mio corpo le tollera.

Allora le voglio chiedere, visto che ho riscontrato orina color arancio durante i primi 6-7 giorni, se i sintomi di carenza di questo enzima possano essere eliminati con la dieta.
Io non mi preoccupo più di tanto, però sono due mesi ormai che sono in ballo con questi sintomi. L'ultima volta che avevo sofferto al cuore il medico mi ha detto che non poteva prescrivermi nulla oltre al Lexotan (che non ho preso, poiché sono contrario ai trattamenti con benzodiazepine, ancorpiù che sono certo di non soffrire di stati d'ansia).

Spero in qualche ulteriore indizio. Grazie di tutto.

[#3]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Getile signore
senza una diagnosi certa non si ossono dare indicazioni certe.

Più di tanto non saprei dirle. provi a postare il consulto in altra sezione di questo sito, più specifica e vediamo se qualche altro collega aggiungerà precisazioni ed approfondimenti.
La saluto cordialmente Agnesina Pozzi

[#4] dopo  
Utente
Egregi Dottori e Dottoresse,
continuo questo thread aggiungendo i risultati degli ultimi esami di controllo di sangue e urina, sperando di poter ricevere qualche indicazione diagnostica più chiara. Grazie per la disponibilità.

12/05/08
Emocromo
G.Bianchi 6040
G.Rossi 5,25
Emoglobina 16,40
Ematocrito 47,40%
MCV 90,20
MCH 31,20
MCHC 34,60
RBC 11,50
G.Rossi ipocromici 0,1%
PLT 278
Leucociti
Neutrofili 52,50%
Linfociti 26,90%
* Monociti 12,10% *
Basofili 1,30%
Eosinofili 3,90%
LUC 2,40%

INR 0,99

AST 21
ALT 24

* Bilirubina TOT. 1,27 *
* Bilirubina DIR. 0,44 *
Bilirubina INDIR. 0,83

Proteine Totali 7,53
Albumina - 64,6%
4,9
Alfa 1 - 2,4%
0,2
Alfa 2 - 11,0%
0,8
* Beta 1 - 5,6% *
Beta 2 - 4,3%
Beta 1 + Beta 2 - 0,7
Gamma - 12,1%
0,9
Rapporto A/G - 1,82


Tracciato protidografico
Non si rilevano anomalie qualitative

12/05/08
URINE
pH - 5,5
glucosio 0
* proteine - 30 * (0-15)
emoglobina libera - 0
* corpi chetonici - 45 * (0-0)
bilirubina - 0
urobilinogeno 0,2
* esterasi leucocitaria - 500 * (0-20)
nitriti - assenti
ps - 1030
emazie - 4
* leucociti - 661 * (0-20)
* cellule epiteliali - 31 * (0-30)
cellule transizionali - 1
cristalli - 2

[#5]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Nell'insieme questi esami non sono poi tanto alterati, tranne che per i monociti, la blirubina, l'urina. Per fortuna le piastrine sono normali, quella era la cosa che mi allarmava di più. Vedendo aumentati i monociti, mi chiedo se non possa trattarsi di mononucleosi. Ma appunto sono solo supposizioni.

Che dice il suo medico?
Mi tenga aggiornata.
Cordiali saluti Agnesina Pozzi

[#6] dopo  
Utente
Per intanto La ringrazio molto dottoressa.
Le farò sapere cosa mi dice il medico di base.

[#7] dopo  
Utente
Gentilissima dott.ssa Pozzi il medico della mutua mi ha detto che bevo poca acqua, mi ha consigliato di bere di più, alimentarmi meglio, assumere probiotici e una cura di una cps/die di Debridat.

Ultimamente ho provato dolori ai reni al tratto intestinale e al fegato
Io sospetto che si tratti di una lesione interna , probabilmente intestinale, ma come faccio a verficarlo, prima che sia troppo tardi?

[#8]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signore
non pensi a chissà che cosa...non va bene così.

Piuttosto, la prossima volta che ripeterà gli esami controlli anche il test per la mononucleosi. L'ansia può senz'altro causare problemi intestinali; per il fegato può darsi che il bere poco addensi la bile e che ciò le provochi "colichette".

Mi tenga al corrente.
Cordiali saluti Agnesina Pozzi