Utente
Gentili dottori,

mi interesserebbe conoscere la differenza tra sopore e sonno e in base a quali criteri un operatore sanitario valuta che un paziente non sveglio sia soporoso o stia semplicemente dormendo.

Ringraziando chi vorrà fornire una cortese risposta, porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Luigi Stella

32% attività
8% attualità
16% socialità
PADERNO DUGNANO (MI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Buonasera

ll sonno è la fisiologica alternanza allo stato di veglia. Il sopore può essere un breve stato che precede il sonno o al contrario uno stato patologico della coscienza caratterizzato dalla possibilità di essere risvegliato mediante stimolazione ma che tende nuovamente all'assopimento. La persona che dorme, se risvegliata, è in grado di mantenere lo stato di veglia e coscienza volontariamente. Il soporoso se risvegliato tende nuovamente a tornare al sopore anche contro la sua volontà.
il grado successivo al sopore è il coma, codizione dalla quale non si può essere risvegliati mediante alcuna stimolazione.
Uno stato di sopore può essere legato a molte cause:
- aumento della anidride carbonica nel sangue (bronchitico cronico grave o ipoventilazioni da cause nervose),
- assunzione di farmaci o sostanze che deprimono lo stato di coscienza (psicolettici)
- intossicazioni endogene (iperazotemia ecc.),
intossicazioni esogene (intossicazione da monossido di carbonio, alcol, vapori di idrocarburi narcotici ecc.),
- cause tossico-infettive (malattie infettive del SNC, veleni, sepsi ecc.).
Talvolta lo stato soporoso è preceduto da una situazione di iperirritabilità ed agitazione psichica e motoria( questo è dovuto al fatto che i depressori del sistema nervoso centrale agiscono prima sui sistemi inibenti causando iperattività e dopo su quelli effettori causando sopore e coma).
Dr. luigi stella
Specialista in Anestesia e Rianimazione - Terapia del dolore.
www.dolore-e-sollievo.eu
www.sollievo.center

[#2] dopo  
Utente
Gentile dr. Stella,

grazie mille per la Sua risposta molto chiara.

Se mi consente un approfondimento, vorrei chiederLe se, nel caso sia dovuto a cause patologiche che possono fare ipotizzare uno stadio terminale di una malattia, il sopore è reversibile (nel senso cioè che la persona può rientrare in uno stato di sveglia) oppure prelude sempre a un coma e/o decesso.

Spero tanto in una Sua ulteriore risposta e voglia gradire cordiali saluti.



[#3]  
Dr. Luigi Stella

32% attività
8% attualità
16% socialità
PADERNO DUGNANO (MI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Buonasera,

molti stati patologici che producono sopore possono essere reversibili se la malattia che causa il sopore è curabile.
Per darLe una risposta pù precisa dovrei conoscere il tipo di patologia che causa il sopore.
Lo stato di sopore può essere efficacemente contrastato anche in maniera aspecifica (non legata alla patologia iniziale) mediante farmaci analettici (caffeina ed altri) o mediante cortisonici (se la causa del sopore è un edema cerebrale o un espanso cranico). L'intervento famacologico deve essere valutato e prescritto da un Medico.

Cordiali saluti
Dr. luigi stella
Specialista in Anestesia e Rianimazione - Terapia del dolore.
www.dolore-e-sollievo.eu
www.sollievo.center

[#4] dopo  
Utente
dr. Stella, grazie per la risposta sollecita.

Mi permetta un'ultima domanda con riferimento al contenuto della Sua risposta. Senza un intervento come Lei dice aspecifico, è reversibile il sopore se è determinato da una patologia interessante l'apparato cardiorespiratorio con compromissione renale in un paziente con scompenso cardiaco e se i medici curanti ritenessero il paziente ormai entrato in una fase terminale?

In attesa di cortese riscontro, voglia gradire cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Luigi Stella

32% attività
8% attualità
16% socialità
PADERNO DUGNANO (MI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Buonasera,

nelle condizioni patologiche descritte temo di non poterLe dare molte speranze. Salvo labili fasi di miglioramento possibili con una terapia intensiva, non credo sia probabile un miglioramento duraturo.
Dr. luigi stella
Specialista in Anestesia e Rianimazione - Terapia del dolore.
www.dolore-e-sollievo.eu
www.sollievo.center

[#6] dopo  
Utente
Gentile dr. Stella,

La ringrazio per la risposta e se mi consente vorrei porLe una nuova domanda di approfondimento.

Durante lo stato di sopore la persona ha sempre un respiro normale oppure può respirare con difficoltà, ad esempio se avesse una patologia cardio-respiratoria con scompenso cardiaco e compromissione renale?

Sperando di leggere ancora una Sua risposta, invio cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Luigi Stella

32% attività
8% attualità
16% socialità
PADERNO DUGNANO (MI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Buonasera,

nello stato soporoso si accumulano facilmente secrezioni ed inoltre vi è la possibilità che la lingua cada all'indietro (per un deficit di tono muscolare). In queste condizioni il respiro diventa russante. A ciò può essere posto parziale rimedio utilizzando una cannula di Mayo che mantiene la lingua nella sua sede naturale.
Dr. luigi stella
Specialista in Anestesia e Rianimazione - Terapia del dolore.
www.dolore-e-sollievo.eu
www.sollievo.center

[#8] dopo  
Utente
dr. Stella, grazie ancora per la risposta.

Mi consenta un chiarimento. Io per respiro difficoltoso intendevo un respiro di tipo dispnoico o comunque irregolare. Il respiro russante è la stessa cosa?

In attesa di cortese riscontro, cordiali saluti.