Stanchezza, debolezza, nausea

Gentili Dottori,
Scrivo in relazione ad una serie di sintomi che mi affliggono ormai da oltre 6 mesi e che non sono ancora stati efficacemente diagnosticati. Innanzitutto la debolezza: mi sento molto stanca e affaticata, soprattutto la mattina e fino all'ora di pranzo. Ho molta sonnolenza nonostante dorma 8-9 ore ogni notte, non ho energie nella prima parte della giornata, vorrei solo dormire...ma il pomeriggio mi sento sempre meglio, infatti verso le 17-18 solitamente vado in palestra e mi alleno senza problemi. Alla stanchezza mattutina si accompagnano nausea, tachicardia, e talvolta giramenti di testa. Inoltre ho notato ultimamente che i sintomi peggiorano momentaneamente dopo aver defecato (il che avviene la mattina, in maniera regolare, circa un'ora dopo la colazione), il che mi fa pensare ad un possibile disturbo del nervo vago, considerando che soffro anche spesso di dolori e rigidezza del collo. Diciamo che grossomodo mi alzo alle 9, sto male tra le 10 e le 13, e dalle 14 in poi inizio a migliorare.
Da quando si sono presentati i sintomi mi sono sottoposta a diversi controlli: analisi del sangue con emocromo, glicemia, proteine, elettroliti, vitamine del gruppo B, ferro e ferritina, tiroide; ecografia completa dell'addome; ecocardiogramma, elettrocardiogramma e prova da sforzo; inoltre per motivi di lavoro ho dovuto sottopormi a svariati test fra cui malattie infettive e sessualmente trasmissibili, analisi delle urine ed RX al torace. Da tutti questi test non è emerso nulla di anomalo.
Il mio medico di base sospetta possibile apnea notturna dovuta al mio setto nasale deviato, e secondo lui sarebbe il mancato "sonno profondo" a causarmi questa stanchezza, ma non sono del tutto convinta per via degli altri sintomi e anche per via del fatto che la mia stanchezza migliora durante la giornata.
Chiedo il vostro aiuto in quanto non so più cosa fare, o a chi rivolgermi.
Ringrazio per l'attenzione.
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Gentile Signora,
premesso che anche sulla scorta degli esami strumentali che ha fatto non mi pare che lei abbia in atto una situazione grave, è ovvio che non si può fare nel suo caso una diagnosi telematicamente.
Lei va visitata direttamente e va raccolta una accurata anamnesi.
Credo poco alle apnee notturne morfeiche come causa del suo malessere, tanto più che lei è normopeso, o almeno così è scritto nei suoi dati.
Se russi molto la notte non posso certo dirglielo io: nonostante quello che direbbero altri il russamento è pressocchè sempre associato alle apnee noturne.
In ogni caso per verificare questa supposizione del suo medico, dovrebbe effettuare un tracciato polisonnografico che è eseguibile anche al domicilio del paziente.
A mio modesto avviso è bene che lei cerchi un MD specializzato in Internal Medicine, esperto e serio, e si affidi a lui per una valutazione diagnostica e un iter diagnostico che portino ad una conclusione.
Di più per via telematica non è dato di fare, del che mi spiace molto.
Faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
La ringrazio molto per la sua risposta.
Ho dimenticato di aggiungere al post iniziale alcune informazioni.
Un paio di mesi fa sono stata colpita da un forte dolore alla testa e dal volto che mi è stato diagnosticato come sinusite. Il medico mi ha prescritto antibiotici e antimucolitici; dopo la prima settimana di queste cure i sintomi descritti precedentemente (oltre al mal di testa) si sono alleviati per 3-4 settimane. Avevo molto catarro nel naso e nelle orecchie e secondo il medico era questo l'origine dei miei problemi, eppure i sintomi sono tornati.
Ho fatto una visita dall'otorino completa di tac ai seni nasali, il quale oltre al setto estremamente deviato non ha però notato una quantità di muco significativa. Mi ha raccomandato l'intervento, e anche secondo lui la stanchezza e la debolezza dipendono dal fatto che dormo male. Non russo (o almeno mio marito afferma di no), ma in effetti mi capita spesso di svegliarmi all'improvviso senza fiato, come se soffocassi nel sonno. Ma non credo che questo riesca a spiegare tutti i miei sintomi. Ci sono dei giorni in cui mi sento abbastanza bene, altri invece, come oggi, in cui sono molto stanca e assonnata, ho la nausea e tachicardia ad ogni movimento, e non riesco a fare nulla che non sia stare sdraiata.
Sono molto preoccupata, ma nonostante la gravità del mio malessere il medico continua ad escludere, a fronte di tutti i controlli effettuati finora, che possa trattarsi di qualcosa di serio.
Il mio precedente medico di base (ho cambiato poichè mi sono trasferita) mi aveva raccomandato anche lui la visita da un internista, ma poi con il trasferimento non sono riuscita ad andare. Chiederò al mio attuale medico se può indirizzarmi in tal proposito.
La ringrazio di nuovo.
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Di nulla!
Mi faccia sapere se vorrà.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa