lombalgia e dolore basso ventre

ho 55 anni, snella abbastanza sportiva, da circa tre settimane ho un fortissimo male alla schiena (mai avuto) che mi impedisce di stare in piedi per più di due minuti perchè si irradia nella zona del basso ventre verso le ovaie e inguine, se sto seduta il dolore è alla schiena lombare, non riesco ad allacciare le scarpe!. Ho fatto RX ed ecografia addominale ma non è emerso nulla di anomalo. Ho fatto due massaggi da fisioterapista ma senza nessun effetto. Ho preso una tachipirina 1000 senza effetto. Il medico di base mi ha prescritto Voltaren 75 mg x 2 gg ed EXPOSE miorilassante che sto prendendo da una settimana ma non cambia nulla.
Mi sto preoccupando... potrebbe non essere contrazione muscolare? ho pensato potesse essere infiammazione intestino, spesso bloccato, ma ultimamente è regolare, ho preso dei fermenti lattici, sono un pò gonfia (non più del solito) però da sdraita l'addome non è teso e non sento rigonfiamenti. A letto sto meglio sul fianco, a pancia in giù mi duole, prona un pò meglio ma sento che il dolore non mi molla schiena e ovaie. Non so più cosa fare potete aiutarmi ? grazie mille !!!
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
intanto devo precisarLe che la posizione "a pancia in giù" è la posizione prona, qualle a "pancia in su" è supina. Quindi " a pancia in giù" ha meno dolore.
A distanza non è facile orientarsi in ipotesi diagnostiche, per cui deve consultare uno specialista neurochirurgo che valuti se i Suoi sintomi possano avere origine dalla colonna vertebrale.
Spesso con un'ernia lombare il dolore si allevia stando a pancia in giù ovvero prona.

Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie per la precisazione. In realtà il dolore si allevia stando supina e piegando le ginocchia al petto, distesa sento come se si tendesse la zona delle fasce muscolari laterali dell'addome basso.
Dalla RX non è emerso nulla a livello di ossa, nemmeno dall'eco addome e transvaginale fatta da ginecologa che ha escluso patologie a livello utero e ovaie. Quindi sono stata da fisiatra che dai movimenti che mi ha fatto fare non ha saputo dedurre alcunchè, quando ho riferito di essere stata operata al metatarso del piede dx per una frattura due anni fa, ha dedotto che potrebbe esserci un problema di postura. Quindi..visita da osteopata. Prima visita rileva tensione muscolare alla fascia lombare, probabilmente che si dirama verso intestino, colon irritato, qualche manipolazione, ma nulla è cambiato. E' vero che ho fatto una sola seduta, ma la mattina ancora fatico a stare in piedi ferma, meglio se cammino, seduta sento tesa la fascia lombare ma va un pò meglio... trattamenti osteopatici saranno il percorso giusto?
grazie mille !
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Non credo, signora!
Prima di qualsiasi terapia è doveroso da parte del medico (e non di chi medico non è) fare la diagnosi.E per fare diagnosi è essenziale l'esame clinico che poi va supportato, per confermare o no, l'ipotesi diagnostica.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
mi scusi ma quindi cosa devo fare: il fisiatra non è un medico? la diagnosi da lui fatta è: lombalgia di origine posturale.
da quale medico dovrei andare con gli esami già fatti ? o devo fare RMN ?
Grazie mille
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Il Fisiatra è certamente un medico. L'osteopata no.
Io, senza la visita, non posso affermare se i Suoi sintomi sono dovuti a una postura alterata o ad altra patologia della colonna.
Però bisogna dire che la "postura sbagliata" non è una patologia semmai è un sintomo e pertanto va indagata la causa del sintomo.
[#6]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per le precisazioni.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa