Utente 409XXX
Buongiorno,vorrei un opinione per quanto riguarda un mio disturbo,vengono subito al duqnue:da anni mi accorgo che camminando sotto al sole avverto una specie di pressione lieve alla base del collo e respiro corto,provando poi a dialogare con qualcuno sempre in questa circostanza il disturbo aumenta,e influisce anche sul battito cardiaco rallentndomi un po la frequenza,lo stesso disturbo mi capita se mi alzo bruscamente da una sedia avverto la solita pressione all base del collo,e diminuizione momentanea della frequenza ,esami eseguiti:ecocardio,ECG,spirometria con emogas emocromo nella norma,avevo pensato a un qulche disturbo al nervo vago documentandomi su internet,ma ovviamente non sono medico ,voi cosa ne pensate?molte grazie.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi da come la descrive la sua sembra una banalissima disfunzione ortostatica, che ovviamente si accentua quando fa caldo e lei cammina sotto il sole.
Le gioverebbe un cappello a larga tesa : una paglietta che assocerebbe l'utile al trendy.....
Si tranquillizzi.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 409XXX

Buongiorno il Dottore,vorrei fare un altra domanda se me lo consente:assumo bisoprololo 1,25 per tachicardia sinusale ed extrasistolia prevalentemente ventricolare a basso numero,l'ecocardio e nella norma cosi come il test da sforzo..l'holter riporta un basso numero(20) a due morfologie tra cui 8 notturne registrate mentre dormivo,devo dire che le avverto fastidiosamente come un tuffo al petto e alla gola.Soffro di ernia jatale documentata e noto che il bisoprololo abbassa solo la frequenza ma non le fa scomparire ,infatti le avverto seppur in numero basso tutti i giorni,in posizione seduta si innescano di piu,e mi chiedevo:Sono bimorfe,sono piu rischiose delle monomorfe?,come mai durante gli esami univeritari o mentre sto seduto mi giungono di piu,potrebbe essere l'ernia un fattore scatenante? poi mi sono venute (registrate nell holter)anche mentre dormivo...ovviamente non me ne sono accorto,non dovrebbero scomparire nel sonno?
Mi scuso per l'eccessive domande,ma vorrei avere una delucidazione se ritiene che ne siano troppe,apprezzo comunque la gentilezza e il tempo dedicatomi .Molte grazie.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Paradossalmente il bisoprololo abbassandole la frequenza le fa avvertire con maggiore distinzione le EXS.
Ecco spiegato l'arcano.
L'ernia iatale può avere un ruolo specie se associata a Reflusso Gastro Esofageo che pertanto deve curare.
Il suo numero di EXS è irrisorio e la presenza di un dimorfismo non ha nessun significato drammatico.
Le EXS si verificano anche durante il sonno, nei cuori più sani.
Tutti i fattori che fanno aumentare in circolo le catecolamine accentuano il suo disturbo, peraltro innocuo.
La saluto,
Dott. Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 409XXX

Grazie Dottore,come le ho spiegato prima l'ernia è stata documentata e il medico mi ha prescritto una cura con Omeprazolo e Gaviscon che non sto assumendo perche gia prendo il bisoprololo ..pero credo che dovro cominciare ad assumere la cura(temo le medicine),cio che non riesco a spiegarmi e questo:le extrasistoli noto che mi vengono specie a stomaco vuoto(nonostante non avverto il classico reflusso) e in posizione piegata,mentre noto che a stomaco pieno,mangiando anche molto non ne avverto quasi mai...come mai cio?non dovrebbe essere il contrario?

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Senta,
lei non è cardiopatico.
I suoi disturbi sono riconducibili innanzitutto alla sua ansia, che farebbe bene ad affidare a uno specialista. E in parte all'ernia iatale. Che significa scivolamento più o meno importante di una porzione della giunzione esofago- gastrica nel torace.
A digiuno o a stomaco pieno non fa differenza.
La curi e si faccia aiutare a gestire la sua ansia.
La saluto,
Dr. Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.