Utente 362XXX
Buongiorno Gentilissimi, disturbo per richiedere un veloce parere sulla mia situazione. Una decina di giorni fa sono stato vittima di una virosi intestinale (numerose scariche di feci liquide e conseguente spossatezza, con fase acuta risoltasi in un paio di giorni), problematica cui sono sempre stato particolarmente vulnerabile, soprattutto da quando i miei due bimbi frequentano l'asilo (contagiando occasionalmente anche me e mia moglie, come nel caso in discorso). Dalla conclusione di tale fase acuta però il recupero è particolarmente lento e macchinoso. Pur assumendo fermenti lattici continuativamente, a distanza di circa dieci giorni continuo ad avere fastidiosi borborigmi in lato sinistro dell'addome, soprattutto quando mi sdraio a letto, con un altro episodio (seppur occasionale) di feci semi-liquide alcuni giorni fa. L'appetito è comunque tornato normale e fisicamente mi sento completamente ristabilito. Premesso, come già detto in principio, che queste problematiche gastro-intestinali sono da sempre il mio "tallone d'Achille", è possibile che questi disturbi siano ancora residui della virosi e che impieghino vari giorni a risolversi? E, a tal proposito, con quale terapia potrei aiutare la loro eliminazione? In attesa di un gentile riscontro ringrazio anticipatamente e auguro buona giornata.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Possibile.
Essendo virus, non esistono terapie ma deve aspettare la naturale risoluzione del quadro.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 362XXX

Grazie mille e buona serata!

[#3] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno, mi permetto di tornare a disturbare per aggiornare sul quadro che mi riguarda relativo a quanto già richiesto nelle scorse settimane.. dopo alcuni giorni di normale attività intestinale ieri pomeriggio ho nuovamente avuto un episodio di feci semiliquide in seguito a forti ed improvvisi borborigmi mentre questa mattina l'evacuazione è tornata assolutamente fisiologica con feci formate e di aspetto normale. Sottolineo che a questi occasionali disturbi non si accompagnano dolori addominali di alcun tipo né mancanza di appetito. Considerando che ormai gli effetti della virosi pregressa dovrebbero essersi autonomamente risolti e tenendo conto della mia nota "fragilità" intestinale (anche in passato mi è successo saltuariamente di avere tali disturbi), ho pensato a possibili sbalzi di temperatura dovuti all'aria condizionata (lavoro in ufficio e le temperature talvolta sono effettivamente troppo basse) o in genere all'incidenza del caldo e quindi ad episodi di "diarrea estiva" o anche a forme di ipermotilità del colon (stanti stress e stanchezza dovuti alle attività lavorative/familiari oltretutto con due bimbi piccoli ed "iperattivi" da seguire)...soprattutto considerando che non mi è possibile associare questi episodi all'assunzione di cibi particolari (e quindi ricondurli ad eventuali intolleranze). Il medico di famiglia mi ha consigliato comunque di ridurre temporaneamente l'assunzione di cibi grassi e di latticini ed un ciclo di fermenti lattici "forti" di almeno 15-20 gg. ed eventualmente, in caso di persistenza del disturbo, un ciclo di disinfettante intestinale (es. rifaximina) con successiva rivalutazione del quadro.
Ritenete corretto tale iter al momento (anche considerando che tra un paio di giorni partirò per un periodo di ferie al mare e quindi non potrò farmi visitare di persona)?
Grazie mille se vorrete rispondere e come sempre un Cordialissimo Saluto

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Corretto.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5] dopo  
Utente 362XXX

Genitlissimo, grazie mille! :-)

[#6] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno
volevo aggiornare in merito al mio quadro. Da alcuni giorni sto assumendo fermenti lattici e cercando di seguire un regime moderato a tavola. La defecazione è al momento abbastanza normale sia nei tempi che nell'aspetto ma francamente persistono genericamente i borborigmi soprattutto al mattino...al punto da farmi pensare che nella loro manifestazione possa esserci una rilevante componente ansiosa stante l'assenza di dolori addominali e di sensazioni di gonfiore oppure che gli stessi possano derivare dal regime alimentare più stretto che crea un maggior stimolo della fame lungo tutto l'arco della giornata. Come possono essere interpretati questi rumori intestinali? Grazie mille come sempre

[#7] dopo  
Utente 362XXX

Gentilissimi,
resto in attesa di una vs. cortese risposta al mio ultimo quesito in merito alla possibilità che alla base dei fastidiosi borborigmi e delle evacuazioni occasionalmente non ottimali vi sia il subentrare di una componente ansiosa...premessa l'assenza di qualsivoglia dolore addominale, febbre e sintomi similari e l'impossibilità di ricondurre tali disturbi all'assunzione di determinati alimenti, peraltro non avendo mai sofferto finora di intolleranze note. Preciso che anche il colore delle feci è normale, ciò che è piuttosto variabile è solamente la loro consistenza.
Grazie ancora e buona giornata

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Possibile
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente 362XXX

Grazie molte dottore, a suo parere come dovrei quindi procedere?...anche considerando il fatto che per i prossimi 15 giorni mi trovo in vacanza lontano da casa?
Grazie di nuovo e buona serata

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Calma e fermenti lattici
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente 362XXX

Grazie mille...farò tesoro del suo consiglio!
A presto!

[#12] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottore,
Le scrivo solo per informarla che la situazione pare discretamente stabilizzata ad oggi, a suo parere quanto dovrei proseguire con l assunzione di fermenti lattici? Sto anche cercando come da lei consigliato di rilassarmi maggiormente per evitare un accentuazione dei disturbi che inizio a pensare abbiano una preponderante componente ansiosa...secondo lei esistono rimedi "soft" per agire da questo punto di vista? Il fatto che nonostante questi occasionali borborigmi io non abbia dolori o altra sintomatologia del genere (es. gonfiore addominale) può a maggior ragione escludere forme di intolleranza o malassorbimento?
Grazie di nuovo e buona serata

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Fermenti per 4 settimane.
Per esserci malassorbimento ci deve essere diarrea abbondante
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente 362XXX

Grazie di nuovo e buona giornata!

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Di nulla!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottore,
Le torno a scriverle per un aggiornamento, oggi, dopo alcuni giorni di regolarità intestinale, ho avuto un episodio di evacuazione poco formata, come sempre senza alcun crampo o dolore addominale. Comincio davvero a pensare che ciò sia la conseguenza di uno stato di stress e di "circolo vizioso"...e forse la soluzione migliore sarebbe quella di cercare di ignorare tali episodi e di imporsi maggiore tranquillità...Lei cosa ne pensa?
In ogni caso continuo come da Lei consigliato con l'assunzione di fermenti lattici.
Grazie come sempre e buon pomeriggio

[#17]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Solo ansia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#18] dopo  
Utente 362XXX

Grazie mille davvero!
A presto

[#19] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno dottore,
stavo riflettendo sulla sua concisa ma chiarissima risposta di ieri e mi domandavo se esista qualche rimedio "soft" per aiutarmi nella riduzione di questo stato ansioso legato all'apparato gastrointestinale...lei saprebbe darmi qualche consiglio al proposito?
Grazie di nuovo

[#20]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ne deve parlare con uno psicologo.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia