Utente 154XXX
Salve, ho 35 anni e sono in cassaintegrazione. Lo scorso anno ho avuto 2 eventi trombotici distali ( 3 in 35 anni).Mi hanno riscontrato il fattore v leiden eterozigote ed ora sono in terapia orale con il Sintrom ( il Cumadin mi dava cefalee)a vita. Sto cercando lavoro ma i dottori che mi seguono mi hanno consigliato verbalmente di nn fare lavori che richiedano sforzi, di nn stare troppo seduto o troppo in piedi , di stare attento ai tagli ed alle botte in testa ed al corpo in generale, arrivando a sconsigliarmi come esempio, lavori tipo " il muratore". Ho consultato un medico del lavoro il quale mi ha detto che con la mia casistica arriverei tranquillamente al 47 % così da poter accedere alle liste privilegiate ( facendomi valutare dalla commissione su presentazione della domanda di invalidità). Questa sua percentuale è dovuta dal fatto che il medico del lavoro ha sotto esame alcuni lavoratori che presentano problemi di coagulazione al sangue inferiori al mio i quali hanno almeno questa percentuale di invalidità. Il mio medico di famiglia invece mi ha detto ( dopo aver sottoposto, in via confidenziale, il mio caso ad un "soggetto" interno alla commissione esaminatrice)che arriverei al massimo al 15% dato che nella lista delle malattie invalidanti la mia non rientrerebbe per cui bisognerebbe valutarla per similitudine ad altre e la similitudine più probabile (non ho idea di quale sia) porterebbe al 15%.Io al momento sono indeciso sul da farsi, perchè se cerco lavoro ma non ho l'invalidità del 47% devo autolimitare la mia scelta su delle personali valutazioni, ma nn sono un medico. Se trovo un lavoro per il quale mi ritengo idoneo ma poi mi viene cambiata in corsa la mansione in un qualcosa che non ritengo più idoneo alla malattia che motivazioni adduco? Con la probabilità , se sono in periodo di prova, di essere licenziato. Oppure se lo comunico al medico del lavoro e questo mi pone delle restrizioni ? Vengo sempre licenziato. Oppure se nn dico niente a nessuno ma poi mi accade qualcosa (tipo una botta in testa) per cui viene fuori che sono in terapia ? Il medico del lavoro in merito a questa possibilità mi ha detto che l'Inail potrebbe rifarsi su di me. Cosa posso fare per trovare lavoro senza rimetterci in salute o in possibilità lavorative?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Non è semplice, se presenta la domanda non dovrebbe essere riconosciuto invalido civile, penso che la soluzione migliore sarebbe di trovare una mansione non ad elevato rischio infortunistico ed in ogni caso di segnalare il suo problema al medico aziendale.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona