Utente 674XXX
Dopo una partita di calcetto in data 16 maggio a freddo ho sentito un dolore molto acuto con la sensazione di un piccola lesione muscolare ("stock")nel qudricipite che mi ha impedito da subito anche di camminare senza zoppicare.Dopo quialche giorno oltre al dolore si presentava anche un ematoma di circa 3 cm di diametro. Ho ricevuto in data 18/05 una diagnosi di lesione del 3° medio di coscia sn e l'ecografia effettuata solo dopo 4 mesi, in data 14/09, presentava un'area di disomogeneita ipoecogena e strutturale ampia 26x11x18 compatibile con esiti di lesione muscolare pregressa. Si escludeva presenza di aree emorragiche. In data 1/10 la RM evidenziava in corrispondenza del profilo posteriore del tratto intermedio prossimale del bicipite femorale di sx una modesta area di alterato segnale compatibile con esiti di trauma in fase avanzata di risoluzione . In particolare non si riconoscevano segni di rottura a tutto spessore delle fibre muscolari nè si apprezzavano raccolte fluide siero ematiche. Il bicipite di sinistra appariva lievemente ipotrofico rispetto al controlaterale. A questo punto i postumi erano da valutare in sede medico legale e l'assicurazione dopo aver incaricato un suo medico di parte ha chiuso l'infortunio asserendo in base ai referti di cui sopra che non ci sono postumi invalidanti . In base a quanto riportato pensate ci siano gli estremi per consultare un medico legale di parte per fare ricorso ? Grazie per la vostra opinione

[#1] dopo  
Dr. Carlo Paschina

24% attività
0% attualità
8% socialità
CAGLIARI (CA)
IGLESIAS (SU)
NUORO (NU)
ORISTANO (OR)
TORTOLI' (NU)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Si tratta di chiedere un indennizzo all'assicurazione (polizza infortuni) del campo di calcetto è quindi necessario vedere il contratto per verificare la presenza di una franchigia sull’invalidità permanente, quindi vedere se è prevista la liquidazione per i giorni di infortunio intesi come invalidità temporanea assoluta e parziale.
In genere conviene sottoporsi alla visita del medico fiduciario dell’assicurazione già in possesso di una consulenza di parte redata da uno specialista medico legale e volta ad evidenziare sia la presenza di esiti permanenti invalidanti che l’invalidità temporanea.
Le consiglio di procurarsi il suddetto contratto di polizza quindi di consultare uno specialista medico legale.
Cordiali saluti
Dr.Carlo Paschina specialista in
Medicina Legale e delle Assicurazioni
-CAGLIARI-

[#2] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Se la polizza non prevede una franchigia e se ha ancora dei disturbi e limitazioni, si rivolga ad un medico legale per una perizia di parte.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona