Utente 568XXX
Salve egregi dottori,
alcuni anni fa la commissione medica per il seguente certificato (sono stato operato di ernia discale oltre 15 anni fa) non mi ha riconosciuto e non mi ha attribuito nessun punteggio d'invalidità:

" Il paziente presenta lombalgia recidivante, limitazione funzionale del tronco di grado moderato e dolore dorso lombo sacrale accompagnato da parestesie e facile affaticamento. Ipostenia degli arti inferiori. Presente inoltre riduzione dello spazio L5 – S1 con segni di spondilosi, indice di peggioramento patologico.”

A causa di un peggioramento delle mie condizioni, un secondo specilista (ospedale pubblico) oggi mi ha fatto un altro certificato dove vi è scritto che la limitazione funzionale del tronco è di grado "grave" (nel precedente era "moderato").

Vorrei chiedere: il "grave" al posto del "moderato" secondo voi può essere sufficiente a farmi ottenere qualche punteggio ?
Potrebbe essermi riconosciuto il cod. 7010 (anchilosi rachide lombare "non totale" ?
Oppure anche col "grave", il punteggio che potrei ottenere per i miei problemi di schiena sarebbe abbastanza basso o addirittura nullo?

Sono affetto da altra patologia che mi da un punteggio fisso di 25, quindi se magari mi venisse ricosciuto il cod. 7010 avrei la possibilità di ottenere il 46% idoneo a rientrare nelle categorie protette.
La domanda però è: secondo voi le mie sofferenze del rachide così come certificate dall'ortopedico dell'ospedale pubblico potrebbero essere sufficienti a farmi ottenere quello che cerco o è inutile che perda tempo o che ci speri?

Spero in una vostra risposta e in attesa ringrazio anticipatamente.


[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

a mio parere, considerando le tabelle di legge, non raggiunge il punteggio minimo (34%) per essere riconosciuto invalido civile.

cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 568XXX

Salve Egr. Dr. Golia,
la ringrazio per la cortese risposta.

Chiedo però venia, quindi, nonostante la "grave limitazione funzionale del tronco", i miei problemi lombari e alle gambe ad essa collegati,
addirittura non mi darebbero nemmeno quel 9% di invalidità da agginugere al 25% (che per altra patologia ho già) ?

Capisco che non potrò avere riconosciuta l'anchilosi rachide lombare ma,
questo al contempo significa anche che con i miei problemi alla schiena non potrò avere riconosciuto nulla?
Niente, nemmeno un 20% ?

................ quindi per il rachide lombare, o si è quasi del tutto paralizzati o non si può ottenere nulla a livello di pencentuale d'invalidità?

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
La valutazione è omnicomprensiva e non viene effettuata la somma matematica tra le patologie documentate e il minimo previsto per essere riconosciuto invalido civile è il 34%.
Penso che non deve porsi tante domande su quello che sarà, ne parli con il suo medico ed eventualmente presenti la domanda.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#4] dopo  
Utente 568XXX

Si, egr. Dr. Golia, col mio medico ne avevo già parlato ma non ha saputo dirmi se ho o meno possibilità.

Lei adesso mi dice che dovrei non farmi domande e presentare la domanda ma il mio obiettievo era poter raggiungere il 46% (categorie protette per il lavoro) con entrambe le mie patologie,
se però lei mi ha detto che probabilmente i miei problemi del rachide non verrebero nemmeno presi in considerazione e che considerando le tabelle di legge non dovrei raggiungere nemmeno il 34% .................. perchè presentare la domanda?
Per stressarmi e deprimermi più di quanto lo sono già?

Io con la schiena sono davvero messo male e se dovessi presentarmi a visita davanti alla commissione per poi vedere risultare che i miei problemi di schiena non mi danno neanche una minima percentuale (come se fossi sano come un pesce) ............. allora meglio lasciar perdere dal principio perchè poi non lo sopporterei emotivamente !!!

Vorrà dire che il giorno in cui sarò mezzo paralizzato (spero mai) allora potrò presentare la domanda d'invalidità e vedermi così riconosciuto il 46% (conprendendo l'altra patologia che mi da 25%).

La ringrazio ancora tanto per la sua cortese disponibilità.
Distinti saluti