Utente 356XXX
salve, sono affetto da otosclerosi bilaterale, in seguito operazione ho perso l'udito orecchio ds. e al sn. porto un auricolare acustico.
ho la pat. B e guido anche per lavoro . sono nelle regola o devo provvedere a un cambio di patente? in tal caso rischio di perdere il lavoro? grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

relativamente alla funzione uditiva, il Codice della Strada all'art.119 prescrive il possesso di requisiti uditivi, che vengono ulteriormente precisati all'art. 323 del regolamento di attuazione:
Art. 323. - Requisiti uditivi (art. 119 C.s.).
1. Per il conseguimento, la conferma di validità o la revisione della patente di guida per motoveicoli ed autoveicoli delle categorie A e B occorre percepire da ciascun orecchio la voce di conversazione con fonemi combinati a non meno di due metri di distanza.
2. La funzione uditiva può essere valutata con l'uso di apparecchi correttivi dell'udito monoaurali o binaurali, purché tollerati. L'efficienza delle protesi deve essere attestata dal costruttore con certificazione rilasciata in data non anteriore a tre mesi, da esibire al medico di cui all'articolo 119, comma 2, del codice.

Inoltre l'art. 326 del medesimo regolamento prevede:
1. Possono conseguire, ottenere la conferma di validità o essere sottoposti a revisione della patente speciale delle categorie A e B, coloro che non raggiungono i requisiti uditivi richiesti per la patente di guida della categoria A e B, purchè i veicoli siano muniti su ambedue i lati di specchi retrovisori di superficie e caratteristiche non inferiori a quelle prescritte per lo specchio esterno d'obbligo.

Da ciò consegue che alla prossima visita per il rinnovo della patente, se sussiste sordità completa monolaterale e funzione uditiva controlaterale con ausilio di protesi acustica, la patente B dovrà essere convertita in B speciale.
E' importante ottenere inoltre dal produttore dell'apparecchio la necessaria certificazione della protesi acustica, tre mesi prima, da esibire in sede di visita medica.

Per quanto attiene all'idoneità al lavoro, questa viene stabilità dal medico competente dell'azienda per cui lavora; ove la mansione richieda la guida di autoveicoli, per il deficit uditivo potrebbe essere formulato un giudizio di idoneità con prescrizioni, relativamente all'adattamento dei veicoli secondo il citato l'art.326.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 356XXX

grazie, vorrei integrare la domanda.
questa patologia mi ha creato dello stress che mi ha portato fino ad avere degli attacchi di panico.
attualmente prendo degli ansiolitici ,ma se non "regolarizzo" la situazione lavorativa non ci sono medicine che tengano , al momento attuale ho "difficolta'" a guidare , o preso un periodo di malattia, ma voglio mettermi in regola , come posso muovermi?grazie

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
se ha difficoltà a guidare, si astenga dall'attività di guida, soprattutto se fa uso di farmaci che influiscono sulla prontezza dei riflessi o provocano sonnolenza.

La situazione lavorativa potrebbe regolarizzarla richiedendo una visita straordinaria al medico competente aziendale, finalizzata ad ottenere un giudizio di idoneità con prescrizioni: tuttavia con tale richiesta potrebbero innescarsi dinamiche non favorevoli alla carriera lavorativa, per cui valuti bene i pro ed i contro di tale aspetto.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]