Utente 400XXX
Buongiorno. Il consulto che le vado a chiedere riguarda un intervento a cui mi sottoposi nel dicembre di due anni fa. Mi rivolgo a voi in quanto ho un dubbio che mi assilla da tempo e forse siete in grado di darmi una risposta. Due anni fa mi sottoposi ad un intervento di frenuplastica in quanto mi era stato diagnosticato frenulo corto e fimosi semiserrata. Prima dell'intervento però, mi curai di assicurarmi che l'intervento non comprendesse la circoncisione (cosa che nel mio caso mi era stata assicurata non essere necessaria da tutti i dottori con cui mi confrontai a suo tempo) ma solo l'allungamento del frenulo. Al mio risveglio però, oltre ad avere avuto una complicanza(ematoma che mi costrinse a tornare in sala operatoria una seconda volta) ,scoprii anche di essere stato soggetto ad un intervento di circoncisione, nonostante mi fossi assicurato più volte sia con il medico che avrebbe effettuato l'intervento, sia con medico della struttura che non ero d'accordo nel subire una circoncisione. La mia domanda è, sono stato oggetto di malasanità o semplice disinformazione ed incomprensione da parte mia? La ringrazio per il suo tempo e mi scuso se questa non è la sede adatta, ma non riesco a darmi pace e non saprei a chi rivolgermi.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la risposta al quesito che Lei pone si può trovare nella documentazione sanitaria relativa all'intervento che Le è stato effettuato, ed in particolare nella cartella clinica, di cui Lei dovrebbe acquisire una copia richiedendola all'Ospedale presso il quale è stato ricoverato in tale frangente.
All'interno della cartella dovrebbe trovarsi il cosidetto "consenso informato", solitamente riportato in un modulo apposito, che viene firmato dall'assistito e dal medico che lo segue in reparto, preliminarmente alle procedure operatorie.
Legga attentamente cosa riporta tale documento, ed in particolare se vi è riferimento alle procedure chirurgiche che secondo i sanitari erano indicate e che Le sono state proposte, oltre che a quelle che eventualmente durante l'intervento stesso si fossero rese ulteriormente necessarie.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]