Utente 455XXX
Buongiorno, a distanza di 8 mesi da un primo intervento di angioplastica è stato necessario impiantarmi 2 bypass coronarici (con arteria mammaria). Volevo sapere se per tale intervento possono essere riconosciuti dei punti per l'invalidità civile e quale è la procedura da seguire per l'accertamento. Quali altre garanzie possono essere da me attivate (come ad esempio la legge 104)?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
l'intervento cardiochirurgico subìto, di per sè, non configura una menomazione ascrivibile ad una invalidità permanente valutabile in invalidità civile; lo è invece la condizione clinica che ha reso necessario l'intervento stesso.
La valutazione dei postumi della coronaropatia da cui Lei è affetto comporta l'inserimento in una Classe funzionale secondo la NeW York Heart Association (N.Y.H.A.), che rappresenta un parametro di riferimento (non assoluto) per la percentuale di invalidità civile riconoscibile.
La legge 104/92 riguarda il riconoscimento della condizione di handicap in funzione delle condizioni socio-sanitarie, ma senza la cosiddetta "connotazione di gravità" non comporta vantaggi apprezzabili.

Distinti Saluti.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]