Utente 455XXX
Salve vorrei , cortesemente, sapere come funziona la (nuova?) prescrivibilità del testosterone.
Sono un uomo di 43 anni in cura per un ipogonadismo ipogonadropo secondario Il mio endocrinologo privato, da cui sono in cura da circa due anni, mi ha cambiato cura trasformando il testosterone da gel ( il quale oltre alla scarsa efficacia su me, ha provocato una dermatite notevole) ad iniettivo.
Con la ricetta bianca sono andato in farmacia ma mi è stato detto che serve la ricetta del medico di base.
In una seconda farmacia ( non convinto della prima) mi è stata richiesta la ricetta SSN e forse ( credevano) servisse anche il piano terapeutico...
Per quale motivo esiste tanta disinformazione? Non rientrando in alcuna nota AIFA di esenzione ( così mi è stato riferito) perché ho bisogno della ricetta del medico di base e del pt ? Tra l'altro il testogel mi veniva fornito tranquillamente in ricetta bianca. (Pagando ovviamente per intero come farei con questo). Essendo, per motivi lavorativi, lontano dal mio medico di base la cosa potrebbe diventare un problema per me.

Contattando il mio endocrinologo mi ha detto che la ricetta bianca è sufficiente e che però verrà ritirata ( non ho ben capito il perché) e cambiare farmacia...
Mi sarebbe di aiuto avere conferma o meno di quanto sopra esposto al fine di poter essere sicuro di quanto richiedo.


Vi ringrazio anticipatamente per il chiarimento e l aiuto.
( Ho scritto nella sezione andrologia poiché cercando ho notato che tutte le ricerche sul testosterone erano riportate sotto questa sezione e non sotto endocrinologia mi scuso se la sezione è errata)

[#1] dopo  
Dr. Franco Deidda

20% attività
0% attualità
0% socialità
ORISTANO (OR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
credo ci voglia il piano terapeutico dello specialista ASL, o convenzionato, il dosaggio, la validità in termini temporali, per un anno, per due, dopodiché il suo medico lo potrebbe prescrivere con la ricetta rosa. Saluti
Dr. Franco Deidda