Utente 513XXX
Buongiorno,
L’anno scorso in seguito ad una resezione vescicale ho ricevuto una diagnosi di carcinoma vescicale in situ. Dopo un ulteriore biopsia che si è rivelata negativa ed in seguito a molte perplessità che avevo, ho inviato l’istologico in un ospedale del nord per una revisione e la diagnosi si è rivelata sbagliata, non un carcinoma ma una displasia grave, per la quale devo fare almeno un citologico urinario all’anno. Ora il dubbio è questo, avendo due diagnosi che non coincidono ed una esenzione 048 conseguente alla prima diagnosi, posso continuare ad usufruire dell’esenzione per fare i controlli annuali? L’ospedale che mi ha operato la prima volta sostiene di si ma ovviamente non mi faccio più seguire da loro per ovvi motivi.
Grazie

[#1] dopo  
Prof. Pietro Rinella

24% attività
8% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Ritengo di sì perché la displasia grave va vista come lesione precancerosa.
Comunque la risposta le deve venire dal suo medico di base, dall'ASP o da un legale
Prof. Pietro Rinella

[#2] dopo  
Utente 513XXX

Grazie mille per la risposta. Buone feste.