Utente 521XXX
Salve, vi scrivo in quanto, in seguito ad una distorsione durante l'attività venatoria ho riportato un trauma al ginocchio SN, ho pertanto proceduto a recarmi in pronto soccorso dando inizio ad una serie di visite ed esami, ossia:
- RADIOGRAFIA (Non evidenti fratture, si consiglia RMN);
- ESAME ECO MUSCOLO TENDINEA GINOCCHIO SN (L'esame condotto con scansioni in flesso estensione della gamba omolaterale evidenzia a carico dei legamenti collaterali interni ed esterni, esiti distrattivi di I grado. Modeste aree di flogosi peri legamentose);
- VISITA ORTOPEDICA (Ginocchio asciutto, dolente alla massima flessione e stress in varo-valgo, non segni di lesione e lassità capsulo-ligamentosa);
- RM (Lacerazione non totale della inserzione femorale del crociato anteriore. Normale il tracciato posteriore ed i collaterali. Area di edema dell'osso è visibile in entrambi i condili laterali. Fini irregolarità delle linee della cartilagine nella superficie articolare della rotula. Minima quantità di liquido articolare di natura post-traumatica. Sono presenti focolai di condropatia nel condilo femorale esterno:)
- VISITA ORTOPEDICA PRESSO SPECIALISTA IN ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA (Lesione completa del LCA del ginocchio sn, Propongo ricovero in reparto ortopedico per intervento di ricostruzione).
Tali referti fanno parte integrante della documentazione trasmessa alla mia assicurazione privata e che mi copre durante lo svolgimento dell'attività venatoria. Allo stato attuale sto pensando di chiudere il sinistro in quanto per motivi di lavoro non potrò operarmi in breve tempo.
L'assicurazione mi sta chiedendo di chiudere a mezzo di certificato nella quale il mio medico di base dichiari "di essere guarito con postumi da valutare in sede medico legale". In una pregressa esperienza nella quale denunciai un altro sinistro, l'assicurazione mi propose un punteggio di invalidità e mi disse.. o così o niente. Stavolta vorrei arrivare preparato in quanto pago fior di soldi e credo non sia giusto contrattare, in questo caso il mio crociato è rotto e basta!!
Pertanto ho preso visione di alcune tabelle (Tabella delle micro e macro permanenti), la sigla più appropriata mi sembra la seguente: - Lassità articolare da rottura totale di uno dei due legamenti crociati non operata, l'invalidità attribuita è 10%... diversa invece è la tabella INAIL, la sigla e la percentuale cambiano, ossia: Lassità articolare del ginocchio da rottura, parziale o totale, di uno dei due legamenti crociati, non operata - fino all’8%.
Sto sbagliando ad interpretare? Secondo voi un qualsiasi altro medico che venisse incaricato dall'assicurazione per eseguire una visita e stabilire tale percentuale, può decidere diversamente? A me sembra che questo sia un dato oggettivo che si rileva dalla tabella e pertanto non una cosa contrattabile. Inoltre, a quale delle due sarebbe giusto riferirsi? Premesso che io non sono un lavoratore dipendente e che questa è un'assicurazione privata non legata al lavoro. GRAZIE

[#1]  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
8% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

Le suggerisco, prima di essere visitato dal medico legale dell'assicurazione, di andare da un medico legale di sua fiducia, che dopo la visita e l'esame della documentazione, le elaborerà una perizia di parte. Solo così potrà avere la certezza di una valutazione corretta.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona