L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 129XXX
Perdonatemi se scrivo ma ho bisogno di uscire da questo tunnel che da quasi un anno non mi fa vivere più bene.
L'8 aprile del 2009 ho avuto un rapporto sessuale non protetto,vaginale,con un ragazzo hiv-ignoto (io sono una ragazza)
Detto questo ho fatto il test al 1°,al 3° e al 6° mese (ultimo in data 6 ottobre 2009) come da prassi con esito negativo.
Purtoppo però da gennaio 2009 io prendevo regolarmente una tisana a base di Fumaria Officinalis ,a cui attribuisco anche la colpa di non avermi fatto venire il ciclo per tre mesi, che mi rendeva estremamente debole poichè ,avendo un effetto altamente depurante, mi abbassava i sali minerali e avevo dei valori di globuli rossi sempre sballati nell'emocromo.
In più quando esageravo con le dosi mi ammalavo molto più facilmente,come se mi abbassasse le difese immunitarie.
Le mie paure nascono sopratutto dal fatto che mentre ero nel periodo finestra sia mia madre che mia sorella sono state male.
Mia madre diceva di sentirsi innaturalmente stanca,aveva diarrea e ha avuto una forte faringite per un mese senza che le medicine le facessero nulla; mia sorella (che ha solo 11 anni) è stata ricoverata all'ospedale per dolori addominali e vomito ed anche in questo caso la patologia è regressa da sola senza che nessun medico abbia saputo fare una diagnosi.
Io vivo in casa con loro e non è impossibile che siano potute arrivare entrambe ad avere contatti con qualcosa di mio personale (pinzette,forbicine,spazzolino,etc.)
Poi a settembre 2009 ho esagerato ancora di più nel programma depurativo poichè dovevo fare le analisi del sangue per il rinnovo della patente ed ho aggiunto oltre alla Fumaria (in forma di Soluzione Shum e di tintura madre) anche il Cardo Mariano.
Ora io mi chiedo e vi chiedo,sperando davvero in una vostra risposta:
è possibile che l'abuso di questi prodotti erboristici abbia potuto in qualche modo influenzare i miei risultati del test dell'Hiv?
O anche,è possibile che io sia stata cosi' tanto debilitata dall'eccessiva depurazione durata 8 mesi da non essere riuscita a sviluppare gli anticorpi che in una situazione normale avrei sviluppato?
Esistono casi clinici in passato in cui è successo qualcosa del genere?
Ovviamente avrete capito che non è la prima volta che mi rivolgo a qualcuno..scusate ma non voglio più avere dubbi in merito.
Tutte queste coincidenze mi hanno gettato nel panico.
Grazie dell'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
ritengo di poterla tranquillizzare perchè non credo possibile che la Fumaria abbia potuto alterare la validità dei test HIV e che una cura disintossicante, per quanto intensa, possa aver indebolito le sue difese immunitarie.
Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
Utente 129XXX

Intanto grazie mille.
Mi hanno spiegato che le tisane e l'abuso delle stesse possono davvero indebolire il sistema immunitario ma che comunque esiste una differenza tra esso e la risposta anticorporale ad un virus.
Mi conferma quanto detto?
Grazie mille,ho un pò paura di queste cose poichè a differenza delle medicine tradizionali probabilmente queste cure alternative si conoscono meno e ad ogni modo sono poche le persone che ne abusano quanto me.
Grazie mille.

[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Le suggeriso vivamente per il futuro di non abusare di alcuna cura; qualora comunque avesse sofferto per un uso eccessivo di sostanze disintossicanti queste non hanno alterato la sensibilità dei test di laboratorio.
Se ha motivo di nutrire ulteriori dubbi potrà chiarirsi ripetendo gli esami dopo aver sospeso l'assunzione di questi principi attivi.
Saluti cordiali.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#4] dopo  
Utente 129XXX

Tra l'altro le riferisco che ho fatto il test al policlinico di roma,unità operativa aids,ed i valori dei vari test (quelli del 1°,2°,3° e 6° mese) erano sempre inferiori allo 0.05 dove il cut-off era 1,mentre quello eseguito al 5° mese (settembre quindi il mese in cui ho fatto più abuso di sostanze per disintossicarmi) aveva valore 0.28
Questo dovrebbe tranquillizzarmi giusto?
Grazie ancora