L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 137XXX
Gent.mi Dottori Il mio urologo mi ha consigliato di prendere la soia in aggiunta alle medicine tradizionali precisando che essa è di molto aiuto nei tumori solidi ormono dipendenti ( tipo k prostatico e seno). ma prima di assumerla gradirei conoscere il Vostro parere sulla soia, i suoi benefici, i suoi effetti collaterali e le eventuali interferenze con i farmaci ( antipertensivi, statine,...). Grazie cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
12% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,

esistono alcuni dati a favore dell'uso degli isoflavoni nel K prostatico, ma non sono sufficienti per garantire un risultato certo, e quindi efficacia del trattamento. Gli isoflavoni nel K mammella sono controindicati, come anche nell'endometriosi, per il possibile stimolo sulla crescita delle cellule anomale.
Anche in questo caso, come indicato in un precedente suo consulto, la invito a rivolgersi ad un medico esperto in fitoterapia per avere il consiglio di un rimedio giusto per lei, e ad evitare l'automedicazione.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi