L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 291XXX
Per la precisione, riguardo allo zolfo mi riferisco a prodotti omeopatici od oligoterapici (come questo: http://www.pegaso.eu/product/oligolito_sulfur), mentre per il secondo mi riferisco a prodotti erboristici a base appunto di carciofo e tarassaco.
Cosa mi consigliate soprattutto per disintossicarsi dall'assunzione di vari farmaci?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
La sua richiesta è estremamente interessante, meritevole di lunga trattazione che spero di sintetizzare con chiarezza.
Quando parliamo di disintossicazione dobbiamo far riferimento a tre comparti definiti che intervengono in varia misura in questo processo, spazi intracellulari, spazi extracellulari e connettivali, organi emuntori.
Va da se che se interveniamo su uno solo di questi, ad esempio sul fegato con il Tarassaco, l'effetto che cerchiamo può essere parziale o addirittura dannoso.

Se ad esempio attiviamo l'eliminazione di sostanze tossiche dalle cellule dell'organismo senza attivare gli altri due comparti menzionati otterremo solamente un ulteriore ingorgo di connettivo e fegato o reni, se invece ci limitiamo a drenare questi ultimi avremo si un beneficio ma limitato a queste funzioni organiche.

Per ottenere un risultato comunque significativo può utilizzare dei validi fitoterapici ad azione detossificante per il fegato fermo restando quanto appena detto.

È come se volesse fare le pulizie di casa aprendo le finestre e facendo circolare abbondante aria pulita, il risultato sarebbe apprezzabile ma comunque parziale.
Se all'opposto provvedessimo a rimuovere ogni più piccolo residuo di polvere da ogni angolo faremmo un lavoro più accurato ma questo necessiterebbe poi di aspirare ogni superficie e successivamente del ricambio di aria di tutto l'ambiente.

Spero che il paragone con un esempio della quotidianità abbia reso l'idea di come si possa intervenire allo stesso modo nel nostro organismo, è necessario però che venga seguito da un medico esperto per ottenere un risultato significativo e duraturo.
Consideri che nella pratica clinica quotidiana molti pazienti risolvono patologie spesso significative e cronicizzate seguendo solamente una terapia disintossicante eseguita con molta attenzione.

Spero di esserle stato utile e mi scuso per il ritardo nella risposta.
Cordialmente.




Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica