Utente 159XXX
salve volevo sottoporvi il mio caso allora ho 22 anni e all età di 17 anni ho avuto una forte colica renale con ematuria visibile ad occhio nudo sono stato ricoverato per corca una settimana dopodiche ho espulso il calcolo ma non sono riuscito a farlo esaminare dopidiche due anni fa ho avuto di nuovo sangue nele urine e dopo una ecografia e dei raggi hanno individuato un calcolo di lunghezza di 7mm sono andato in cura da un dottore di nefrologia e mi ha dato del citrak forte da scogliere e del moduretic per abbassare la pressione e dopo un mese ho espulso il calcolo questa volta l ho fatto analizzare e l'analisi ha rilevato che è costituito da calcio e da ossalati.. tutt'oggi continuo a prendere citrak e moduretic,non sempre ma spesso. il vero problema è iniziato un anno fa esattamente da 11 mesi io avverto un dolore persistente al fianco destro; è inizato quando ho fatto la stagione estiva come cameriere. alcuni dicono che è stato per lo sforzo di portare vassoi, sta di fatto che adesso a distanza di 11 mesi ho questo dolore costante. ho fatto due raggi, due ecografie e una urografia e tutto è risultato nella norma. ho provato a fare un pò di attività fisica per rafforzare la zona intorno al rene ma sono da tre settimane che non vedo nessun miglioramento.. essenzialmente non esistono posizioni in cui il dolore si attenua.. forse da in piedi è meno doloroso che da seduto quando magnio il dolore si affievolisce per un po ma non per molto tempo.. è un dolore costante ho provato a mettermi la cintura di lana del dottore gibauld.. quando sono disteso sul letto dopo un po di tempo il dolore diciamo scompare quasi del tutto ma la mattina quando mi rialzo riappare è come un senso di pesantezza al fianco destro.. secondo lei cosa posso fare per capire il problema e curarmi.. inoltre poso dire che questo dolore mi crea un senso di stanchezza continua ovvvero che sono stanco anche senza fare nulla.. graize per la sua futura risposta.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala

28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro signore data la sua storia di calcolosi urinaria è opportuno che esegua una ecografia renale e vescicale e che faccia una visita urologica.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#2] dopo  
Utente 159XXX

buon giorno volevo dirle che in questo periodo di 11 mesi, sono stato al pronto soccorso per ben due volte ed ho eseguito due ecografie, senza riscontro di un calcolo e anche due raggi senza risultato dopodichè appena finito le analisi al pronto soccorso sono stato spedito in corsia e l'urologo mi ha detto di provare a visitare uno specialista ortopedico o uno di quella branchia perchè il dolore per 11 mesi non è sintomo di calcolosi, e mi ha prescritto un consulto con un urologo ci sono andato e mi ha detto che lui nelle lastre e nell'ecografia non vedeva nulla che non c'erano calcoli e mi ha dato delle pasticche di moduretic per abbassare la pressione nella speranza che il calcolo uscisse da solo se era presente io le ho prese ma non è successo nulla.. cosi sono andato da uno specialista di nefrologia di verona borgo trento, e dopo una visita misurandomi la pressione e toccandomi la zona interessata ha detto che per lui non è un dolore relativo a calcoli perchè sono molto più forti i dolori di calcoli e non durano 11 mesi mi ha pure fatto un eufemismo come dire che i reni non sono una cava di sabbia e non la producono sempre, invece il mio dolore è continuo giornaliero.. io da solo ho deciso di farmi un urogragia ho fatto la preparazione corretamente ma dall'analisi è risultato che è tutto apposto.. il nefrologo mi ha consigliato di fare ginnastica come le ho detto precedentemente ma non capisco il dolore persiste lei mi consiglia cmq di fare un altra visita urologica?? o CHE ALTRO una tac spirale?