Utente 170XXX
Buongiorno a tutti,
sono un uomo di 32 anni.
Nel 1990 ho scoperto di avere un rene solo ed è stato effettuato un intervento per asportare una ciste che comprimeva l'uretere.
Le altre 3 cisti presenti sull'unico rene (destro) sono state lasciate lì.
Le dimensioni variano dai 2 ai 4 cm.Le tengo controllate una volta all'anno con ecografia.Il referto delle varie ecografie è invariato.
La pressione è abbastanza buona: mattino e sera varia dai 110 - 120 la massima, 70 - 80 la minima.
Durante il giorno noto spesso un leggero aumento 120 - 130, 80 - 90.
Ho effettuato gli esami del sangue e urine ed ho notato qualche valore fuori norma.Premesso che effettuerò una visita nefrologica di controllo, mi piacerebbe comunque avere un vostro parere.
Riporto alcuni valori:

S-Acido Urico 7.01 (3.00 - 7.00)
S-Creatinina 1.27 (0.60 - 1.20)

U-Proteine(g/L) 0.09
U-Proteine 0.24 g/24h (0.00 - 0.10)

U-Microalbumina (mg/L) 15
U-Microalbumina (mg/g Creat) 38.8 (<20 mg/g Creat)

Il metabolismo proteico invece mi pare nella norma:

S-Proteine totali 7.2 g/dL
Alb/Glob 1.65 (1.00 - 1.80)
Albumina 62.3 (55.1 - 65.7)
Alfa 1 4.0 (3.1 - 5.6)
Alfa 2 8.0 (8.0 - 12.7)
Beta 1 6.2 (4.9 - 7.2)
Beta2 14.6 (10.3 - 18.2)
Gamma 14.6 (10.3 - 18.2)
Commento: Tracciato elettroforetico nei limiti di norma;assenza di anomalie qualitative.

Tutti gli altri esami che non ho menzionato erano nella norma.

Con questi valori, in particolare con le proteine e la microalbumina presenti, cosa mi consigliate di fare?
Un quadro di questo tipo può portare ad una insufficienza renale o ad altre patologie?
Vi ringrazio anticipatamente.

Un saluto

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione

28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

è evidente che sia presente una nefropatia in fase iniziale, probabilmente su base malformativa. Prevederne l'evoluzione non è semplice, ma potenzialmente la gran parte delle nefropatia tende a progredire nel tempo.

La situazione attuale non è particolarmente preoccupante, ma richiede sicuramente un attento monitoraggio da parte di un nefrologo.

Il dato della pressione che lei riferisce è meritevole di attenzione; ne parli con il nefrologo quando lo vedrà.

Un saluto,
Dr. Filippo Mangione
Specialista in Nefrologia
Dirigente Medico - Fondaz. IRCCS Policlinico S. Matteo - Pavia

[#2] dopo  
Utente 170XXX

La ringrazio dott. Mangione.
Farò una visita nefrologica al più presto.

saluti