Utente
Salve,
vado subito al dunque.Mio marito nel 2005,senza accusare alcun fastidio,a seguito di una semplice visita oculistica di controllo presso il Policlinico Gemelli di Roma è stato indirizzato immediatamente ( si è riscontrato un papilledema bilaterale)al pronto soccorso dell'Ospedale x una TAC e poi RMN da cui è emersa la presenza di un MENINGIOMA DI NOTEVOLI DIMENSIONI in sede frontale dx.
Dopo 1 mese è stato operato di craniectomia frontale dx ed asportazione sub-totale delle lesioni.Non veniva riapposto l'opercolo osseo,notevolmente infiltrato dalla neoplasia.
Il referto istologico dava esito di meningiomi multipli in assenza di atipie.
Nel 2006 è sto operato di CRANIOPLASTICA.
Da allora è stato sempre sotto controllo e arriviamo ad oggi.Nuova RMN che riporta:presumibile meningioma di mm 12x7 (già visibile lo scorso anno) localizzato a livello del margine anteriore della sella turcica in sede mediana-paramediana dx.
Sono inoltre riconoscibili altre due piccole immagini a livello del lobo temporale dx in sede basale (mm 8) e in sede sovraorbitraria dx (mm 6) ed entrambi riferibili a piccoli meningiomi.
Questo è quanto.
Tengo a precisare che i medici del Reparto di Neurochirurgia del Policl. Gemelli sono stati encomiabili.Tutti.Mio marito è stato seguito dal Prof. Maira (straordinario e soprattutto umano)e dalla sua equipe e il giorno del 1° intervento è stato operato da un medico della sua equipe con la supervisione del Prof. Fernandez (squisito anche lui).
Vi ho scritto con molta paura.Provate a mettervi nei miei panni.Credevo di aver terminato tutto con 1 anno di calvario e 2 operazioni ed invece tutto ricomincia.
Vi chiedo:dobbiamo allarmarci e pensare ad una operazione imminente o x ora basta continuare a tenersi sotto controllo?
Ovviamente contatteremo il Dottore che ha operato mio marito, ma solo tra 2 settimane (è in vacanza) e l'attesa è snervante.
Grazie e scusate il mio essere prolissa

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
non mi è chiaro se le tre lesioni che descrive sono di recente riscontro o erano già conosciute e ovviamente non asportate per le loro dimensioni ridotte.

In ogni caso,credo che al momento non vi sia un'urgenza chirugica, ma la valutazione non può essere fatta che visitando Suo marito e visionando le immagini.
Comunque, in attesa che il collega torni dalle ferie,non credo che la Neurochirurgia del "Gemelli", in questo periodo, sia sprovvista di medici e pertanto un parere può senz'altro chiederlo al Neurochirurgo in servizio.

Cordialità
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio della risposta.La 1° lesione di 12 mm è stata riscontrata lo scorso anno,le altre 2 dall'ultima RMN di Giugno scorso.
Mio marito,dopo ripetute sollecitazioni da parte mia, ha contattato il Dottore al cellulare e gli ha letto l'esito della RMN.
Anche lui ha detto che non c'è un'urgenza chirurgica viste le dimensioni ridotte.Ha ribadito di tenersi sotto controllo e di fare la prox RMN tra 10 mesi.
Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Si! certamente. Concordo con il collega.
Di nuovo cordiali saluti e buone vacanze.
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano