Utente
Egregio Dottore
Dopo parestesie, intorpidimento delle mani al mattino, indebolimento della presa nella mano dx ho fatto, su richiesta del medico curante, una RM con l'esito che riporto qui di seguito:

RMN CERVICALE

Diffusi aspetti spondilosici.
Cresta disco-osteofitaria postero-mediana C3-C4.
Piccola lesione disco-osteofitaria mediana paramediana dx. C4-C5.
Barra disco -artrosica mediana e postero-laterale sinistra C5-C6.
Modeste cresta disco-osteofitarie postero-mediane C6-C7 C7-T1.
Ectasia delle guaine meningee periradicolari nel forame di sinistra tra T1 e T2.
Midollo cervicale di aspetto e segnale regolare.
Stante questa situazione gradirei conoscere il suo parere ed eventuali, se lo ritiene opportuno suggerimenti clinici, farmacologici e/o strumentali.
Infiniti ringraziamenti e cordiali saluti

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Egr. signore,
il quadro descritto depone per una condizione di spondilodiscoartrosi abbastanza compatibile con l'età.
Al fine però di una corretta diagnosi e di una terapia adeguata, è necessario l'esame clinico attraverso il quale si potrà valutare un programma terapeutico che può essere chirurgico o medico.

Infatti la debolezza che Lei riferisce all'arto superiore dx può essere congrua con la patologia emersa, ma sarà necessario stabilirne la congruità rispetto a uno o più radici nervose interessate.

Cordialmente
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dottore,
grazie per la risposta abbastanza esauriente anche se mi pare di capire che sarebbe opportuno un consulto medico diretto per una valutazione complessiva. Valuterò l'opportunità del suo consiglio ed eventualmente concorderemo il da farsi. Nel frattempo le vorrei porre un'ulteriore domanda che mi viene sollecitata da un amico affetto, più o meno, dalla stessa patologia che mi dice di aver tratto giovamento dall'ossigeno-ozonoterapia. Dunque, è consigliabile nel mio caso o è soltanto un "placebo" ?
Cordialmente

[#3]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
L'ossigeno ozono non ha alcun effetto né sulle ernie né sull'artrosi cervocale.
Può procurare una regressione della sintomatologia dolorosa al pari di una buona fisioterapia, ma la causa rimane.
Cordiali slauti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano