Utente
Gentili dottori.
Venerdì scorso (5 giorni fa) sono scivolato e ho sbattuto con molta forza con il sedere a terra, nella regione sacrale . Nell'immediato mi sono sentito quasi immobilizzato per la botta per qualche secondo, poi dopo qualche secondo mi sono rialzato senza problemi. Ho continuato a svolgere le normali attività senza problemi di deambulazione, solo con una sensazione di tensione/dolore sopportabile alla Regione sacrale. Ho applicato ghiaccio per due giorni alternando ogni 15 minuti. La mattina al risveglio non sento fastidio, ma sono un Po spaventato perché quando mi siedo o mi stendo sento lo stimolo di dover defecare e un fastidio tipo lividura. Se tocco con le mani il sacro non sento dolore. È come se sedendomi comprimessi qualche nervo, non so. Non ho effettuato esami diagnostici in quanto non ho sintomi evidenti (non ho avuto nemmeno ecchimosi) , inoltre ho da poco effettuato una rx all' anca fortunatamente negativa per altre problematiche non connesse e vorrei evitare di sottopormi ad altri raggi. Mia madre mi ha detto che se fosse stata una frattura non potrei piegarmi a causa del dolore . Ho paura di aver riportato danni midollari, nervosi o altro e che questo riflesso dei muscoli anali diventi cronico o che si sviluppi una siringomielia o cose simili. Come devo comportarmi? Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro ragazzo,
la prima cosa da fare è evitare di farsi le diagnosi da soli. E' una presunzione che purtroppo molti hanno consultando il "dr. Google".
Detto questo, ti consiglio di fare una radiografia al coccige e, se tua madre non è un medico anche a lei consiglio di non azzardare ipotesi diagnostiche.

Farai vedere i radiogrammi al tuo medico che ti saprà consigliare su eventuali approfondimenti.

Resto disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti e ti invio cordiali saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore, innanzitutto grazie per la risposta. Io vorrei solo capire se alla luce di questi sintomi piuttosto blandi si possa effettivamente sospettare una frattura o una contusione. In caso di frattura, esiste il rischio concreto che si sviluppino danni al midollo? Da quello che ho sentito il trattamento per la frattura è comunque l'immobilizzazione.... così come per la contusione. In genere una frattura al sacro consente di sedersi senza problemi, a parte tensione muscolare e lieve fastidio? Il riflesso di defecare da cosa può dipendere?