Stenosi vertebrale nel tratto lombare.

Soffro di stenosi vertebrale nel tratto lombare L3-L5. RMN: "segni di spondiloartrosi, con produzioni osteodiscali somatomarginali, quest'ultime, congiuntamente all'ipertrofia dei legamenti gialli, determinano stenosi del canale vertebrale nel tratto L3-L5. Fenomeni di sofferenza condro-subcondrale tipo Modic I a carico delle limitanti somatiche contrapposte in L5-S1. Segni di disidratazione/degenerazione dei dischi in L3-L4, L4-L5 ed L5-S1, ove si osservano fenomeni di degenerazione"ex vacuo". Protrusioni osteodiscali ad ampio raggio asimmetrico a sinistra in L3-L4 e ad L4-L5 dove si associa focalità erniaria foraminale che mostra segni di conflitto con la relativa radice emergente. Protrusione osteodiscale ad ampio raggio asimmetrico a destra con L5-S1, tendente l'impegno del relativo forame di coniugazione. Sintomi: parestesie, formicolio, debolezza, intorpidimento e insensibilità agli arti inferiori. Difficolta' a rimanere in posizione eretta e a camminare. Trovo sollievo solo piegandomi in avanti durante il cammino. L'ortopedico mi ha diagnosticato una claudicatio con STEPPAGE alla gamba destra. Vorrei sapere se è possibile e in che modo si può trattare questa sofferenza nervosa. Ringrazio porgendo i miei più cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Credo, pur con i limiti della consulenza a distanza, che l'intervento sia più che necessario

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti
[#2]
dopo
Utente
Utente
Quale centro neurochirurgo potrebbe essere più idoneo per trattare questa patologia considerata la mia residenza in Italia meridionale? Inoltre per tale intervento potrebbe essere utilizzata la tecnica di stabilizzazione dinamica di"Dynesys Zimmer"? Quali potrebbero essere l'eventuali complicanze post
-operatorie ? Distinti saluti.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Sulla tecnica da usare non so dirle nulla se non studio il caso clinico.
Tutte le neurochirurgie dovrebbero essere in grado di eseguire tali interventi.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Vorrei sapere se questa mia patologia può essere trattata da un chirurgo vertebrale. Ringraziandola la saluto cordialmente.
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
E da quale chirurgo se no?
[#6]
dopo
Utente
Utente
Per il mio problema di stenosi lombare ho consultato un neurochirurgo,il quale mi ha proposto un" intervento decompressivo senza stabilizazzione.La tecnica interventistica è in microchirurgia. Le chiedo se le rimozioni ossee nel tratto vertebrale (L3-L4 ed L4-L5) potrebbero essere causa di un"eventuale indebolimento della colonna stessa. Cordiali saluti.
[#7]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Le ho già risposto.
Comunque:

La decompressione per una stenosi del canale, se eseguita secondo le indicazioni che il caso richiede, non comporta alcun indebolimento della colonna.
Se poi ci fosse la necessità di essere più demolitivi, allora sarà necessaria la stabilizzazione

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa