Utente 205XXX
Buonasera
sono padre di 2 bambine, sono sorelle gemelle, dizigoti, avute in seguito a fecondazione assistita.
Le 2 piccole sono nate alla settimana 35, nessun problema respiratorio alla nascita, nessun altro problema da segnalare anche se sono state in incubatrice per 3 settimane visto che erano circa 2kg a testa.
Il loro sviluppo corporeo è nella norma, ci dicono i pediatri.
Una delle 2 bambine però, mostra questi strani sintomi:
- a 18 mesi (corretti 17) non cammina ancora autonomamente: fa i passi sostenendosi con me o la mamma ma sembra abbia paura di lasciarsi. Il pediatra ci ha detto che è importante che si alza da sola aiutandosi con le mani, che sta autonomamente in piedi in posizione eretta e che si lascerà presto.
- pesa 11,6 kg è alta 83 cm
- è molto attratta da alcuni cartoni animati
- non parla ancora, dice qualche volta mamma
- non ascolta quando viene chiamata per nome
- se la mamma la chiama allunga le braccia per essere presa dalla culla ad esempio
- se sta in braccio a qualcuno che non sia la mamma, quando la mamma si fa vedere allunga le braccia per andare con lei
- se la chiamo io qualche volta si arrampica nella culla, mi prende la maglia e mi fa capire che vuol venire in braccio
- anche se non cammina si arrampica ad esempio sul divano sollevando le ginocchia
La mamma ed io siamo preoccupati forse anche perchè vediamo che l' altra è più avanti.
Vorrei avere un parere medico a riguardo.

[#1] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Signore,
i gemelli dizigoti provengono da due cellule uova diverse e rispettivamente da due spermatozoi diversi, e dunque, a differenza di monozigoti, possono divergere molto fra di loro: sia a livello genetico, sia (di conseguenza) nelle caratteristiche esterne (che a 17 mesi non sono ancora così evidenti), sia nel temperamento e nel comportamento.

Sebbene durante la vita nell'utero (prima della nascita) l'impatto ambientale sul loro sviluppo è quasi omogeneo,

dopo la nascita e gradualmente con lo sviluppo di maggiore autonomia, le caratteristiche intrinseche diverse (genetiche, comportamentali, temperamentali) possono determinare atteggiamento diverso del mondo circostante verso ciascuna delle gemelle, con il conseguente diverso impatto sullo sviluppo.

Ad esempio, se la bambina tende a chiedere di essere presa in braccio più di frequente rispetto alla sorella, e dunque viene presa in braccio piuttosto che stimolata a stare per terra più spesso rispetto alla sorella, di conseguenza la capacità di deambulare autonomamente può svilupparsi più lentamente.

Può anche essere che la richiesta di essere presa in braccio alcune volte è la nostra interpretazione, e che in generale, le nostre preoccupazioni rafforzano l'insicurezza della bimba: "sembra abbia paura di lasciarsi" (lo sembra a noi, ma non è detto che effettivamente abbia questa paura).

Il pediatra ha ragione:
"Il pediatra ci ha detto che è importante che si alza da sola aiutandosi con le mani, che sta autonomamente in piedi in posizione eretta e che si lascerà presto. "
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#2] dopo  
Utente 205XXX

Buongiorno Dottore, grazie mille della risposta.
La sua risposta mi tranquillizza purtroppo solo parzialmente.
Io nell' oggetto ho scritto "ritardo sviluppo bambina" ma ho paura che ci possano essere in mia figlia segni di autismo in qunto:
- non risponde se chiamata con il suo nome
- preferisce giocare da sola
- gioca con qualsiasi cosa anche se non lancia giocattoli dalla scatola
- se viene rimproverata si arrabbia, qualche volta per mostrare disappunto tende a batrtere la testa al muro
D' altronde vedo segnali positivi del tipo:
- se la mamma o io la chiamiamo dal lettino lei allunga le braccia facendoci capire che vuole essere presa
- si arrampica da sola facendosi forza con le braccia
- sorride se coinvolta in gioco con noi genitori, tipo rotolarsi sul letto
- se sta seduta non si dondola
- mangia regolarmente anche se a volte fa un po' di storie
Ha fatto screening dei prematuri tipo eco cerebrale, ecocardio, arb per esclidere problemi di udito, controlli frequenti dai neonatologi e pediatri, nessuna anomalia.
Lei ci vedi segni patologici o solo un po' in ritardo sulla tabella di marcia?
Grazie in anticipo per sua risposta.

[#3] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Signore,
non ho l'impressione che si tratta proprio dell'autismo,

ma alcuni ritardi "su tabella di marcia" è corretto non sottovalutarli,

e, visto che avete fatto tante visite e tanti controlli,

e che qui, su internet, non è possibile fare una valutazione,

vi consiglio anche la visita da un neuropsichiatra infantile, permettendo di valutare la bambina dal vivo assieme con voi.
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk