Utente 425XXX
Buon giorno volevo avere delucidazioni sugli aneurismi cerebrali. Se gli aneurismi sono grossi danno sintomi oppure potrebbero essere silenti? Quelli piccoli sono sempre asintomatici? In quali casi danno sintomi specifici? Grazie attendo risposta veronica

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Egr. signore

Gli aneurismi cerebrali "grossi" si definiscono "giganti" quando superano il diametro di 10-12 mm circa.
Solitamente sono silenti come quelli più piccoli, ma a volte possono dare dei sintomi che ne possono far sospettare la presenza.
Se compaiono segni e sintomi, non sempre sicuramente indicativi, sarà, in prima istanza il proprio medico di base a rilevarli o a sospettarli e quindi indirizzare il paziente al neurologo o al neurochirurgo perchè valutino se il sospetto diagnostico possa essere suggestivo per proseguire con accertamenti più mirati.

Cordilmente
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 425XXX

Ringrazio per la risposta. Le chiedo un'ultima cosa gli aneurismi Che si rompono improvvisamente e provocano morte di solito sono acquisiti o congeniti ? Che sintomi danno quelli congeniti ? In sintesi se una persona non ha sintomi precisi deve solo sperare di non averne, oppure se ha paura di averli deve fare angio risonanza al cranio. Ringrazio nuovamente e attendo riscontro.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Non c'è differenza! Gli aneurismi si possono rompere a prescindere.
Non ci sono sintomi precisi e non ha senso fare esami per scoprirli.
Solo nel caso di una forte incidenza famigliare per aneurismi rotti, può essere indicato procedere con esami diagnostici.
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano