Utente 947XXX
Buon pomeriggio a tutti.Dal mese di maggio ho,in modo intermittente,un fastidio all'occhio sinistro.In pratica,dopo determinati movimenti,o appoggiandomi sul gomito sinistro,ho come la sensazione di un "blocco"della testa(si tratta di un fatto fugace,un istante)e poi all'occhio sinistro compaiono dei puntini luminosi disposti a stella,che si muovono se muovo gli occhi.A maggio e in estate vedevo anche un alone grigio sul margine inferiore e l'intensità era peggiore;adesso,invece,il fastidio è meno intenso ma c'è.Quando passa,rimane la sensazione di occhio secco e qualche volta mi viene mal di testa.
Ho fatto TSA con AO,analisi routinarie, tiroide e ormonali,visita oculistica:ho solo un ispessimento intimale con IMT al bulbo di 1,1mm,il resto è ok.Non avendo più tiroide e paratiroidi,assumo eutirox e calcio(3000mg al giorno)con D3.Manca però la glicemia per un errore di laboratorio.In genere è normale,ma non so se può essere correlata a questo problema.
Ho fatto caso che questo fatto mi capita a ridosso del ciclo(circa una settimana prima)e riesco persino a prevederlo,perché in quel giorno mi sento "strana",poi arriva questo fenomeno,e quando mi passa, passa tutto il malessere precedente(tranne il tarlo di sapere cosa sia),come fosse uno sfogo.Solo che non so se può entrarci il ciclo in un fatto come questo!
Mi aiutate a capire come muovermi per venirne a capo?
Grazie! :-)

[#1] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Buona sera gentile utente. Dai sintomi che descrive si raccomanda un esame accurato del fondo oculare che escluda aree di degenerazione retinica. La invito pertanto a recarsi dall'oculista per escludere problemi propriamente oculari, così da potersi orientare eventualmente verso un altro tipo di diagnosi. Saluti e ci faccia sapere
Dott.ssa Caterina Cimino

[#2] dopo  
Utente 947XXX

Buonasera e Lei, gentile dottoressa, e grazie per la cortese risposta.
La visita oculistica è stata molto positiva,il fondo è sano.
Ciò però cozza contro il campo visivo,di cui ho raccontato in un altro post e del quale sono perplessa per la metodica con cui è stato condotto.Il risultato è stato una riduzione della sensibilità luminosa in zona temporale e nasale.So che un esito del genere fa pensare al peggio:glaucoma,degenerazioni eccetera;ma so anche che,essendo io miope ed astigmatica,ed avendo fatto l'esame senza correzione,le luci più piccole o meno intense o più lontane dal punto centrale le ho perse,esattamente come quando guardo le stelle senza occhiali e vedo solo le più grandi o le più luminose.Il mio oculista non crede al mio sforzo fatto per l'esame e crede all'esito. Tuttavia,ritiene che il problema dei puntini sia indipendente da questa iniziale riduzione ecc. e che sia correlato a problemi circolatori.Gli esami dei TSA e delle AO sono però buoni.
Nel frattempo,ho accantonato solo temporaneamente i puntini perché sto valutando l'ipotesi di ripetere il CV con correzione,ecco perché ho chiesto aiuto in un altro post:per valutare se la mia idea ha un fondamento,ed anche perché prima di mettere gocce (con tutto l'allegro codazzo di effetti collaterali che ne consegue) voglio....vederci chiaro!
Grazie per l'aiuto! :-)

[#3] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Certamente l'esame del cv se non eseguito correttamente non ha nessun senso farlo. gli errori falsi positivi e falsi negativi si palesano frequentemente specie se il paziente è agitato. Le consiglio di ripetere il cv nella massima tranquillità e con la giusta correzione e magari con un altro operatore più paziente e disponibile. Saluti e ci faccia sapere.
Dott.ssa Caterina Cimino

[#4] dopo  
Utente 947XXX

Gent.ma dottoressa, grazie per la rassicurazione: è davvero acqua sul fuoco!
Noto che ci sono varie scuole di pensiero in merito all'affidabilità del CV senza correzione in pazienti con miopia leggera (2.75/3) come la mia,e ho cercato di trarne il bandolo per uno sviluppo futuro. Ho concluso di ripetere CV, e di eseguire l'OCT consigliato dall'oculista, in una buona struttura, scovata qui su MI tra l'altro ;-) e cercando di contenere l'ansia. Un po' m'innervosisce l'esame in sé, un po' ho paura dell'esito, ma farò di tutto per stare concentrata e tranquilla.
A proposito, ho controllato il referto e i falsi negativi in OD sono il 5%, ma in OS (dove ho fatto una fatica immane ma ero proprio per quello più concentrata) sono il 29%! Il PD è alterato (ci sono due punti esclamativi).
Confronto con il vecchio esame: tutto 0!
Riguardo l'operatore, mi è dispiaciuto che alla fine s'era pure offeso! Io non metto MAI in dubbio la professionalità di nessuno, e non l'ho fatto neppure qualche giorno fa, ma non mi puoi dire prima: "l'esame in OD mi pare strano, adesso in OS mettiamo la correzione e vediamo come va"; poi io chiedo se a quel punto devo ripetere OD con correzione e mi vien risposto che "con il CV non si fanno prove e tentativi!" (segue sproloquio sulla propria professionalità).
A quel punto...m'è calata la palpebra, diceva un vecchio spot televisivo!
Beh, scusate la parentesi ma a volte mi piace riportare le testuali parole per spiegare i fatti. Di sicuro non mancherò di aggiornarvi sull'evoluzione della vicenda.
Happy Halloween a tutti! :-)

[#5] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Bene la mattina che andrà a ripetere l'esame stia rilassata e ci vada riposata. Faccia finta che è un gioco senza pensare al risultato che secondo me se si rilassa sarà positivo. Un bravo operatore avrebbe dovuto corregere il visus prima di eseguire l'esame..... cambi centro.
Dott.ssa Caterina Cimino

[#6] dopo  
Utente 947XXX

Gentilissima dottoressa, grazie di cuore per tutti i consigli che mi ha dato. :-)

Vorrei chiederLe un'ultima cosa: dall'estate sto usando, con ottimi risultati, un apparecchio laser estetico ad uso domestico, quindi a potenza molto ridotta rispetto a quello professionale. Lo uso solo con stanza illuminata, occhi chiusi e uso di occhiale protettivo a maschera, di quelli rossi che coprono anche la parte laterale con un'aletta.
Posso stare tranquilla e continuare con l'utilizzo di questo macchinario, o si corrono rischi anche usandolo con tutte queste precauzioni?
Ovviamente, evito l'uso a ridosso delle visite oculistiche.

Grazie davvero di tutto, appena ripeterò l'esame Le farò sapere l'esito! :-)

[#7] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Ma per la depilazione definitiva?
Dott.ssa Caterina Cimino

[#8] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Con tutte queste accortezze non si corrono rischi. L'importante è non guardare la luce. Buone feste!
Dott.ssa Caterina Cimino

[#9] dopo  
Utente 947XXX

Sì dottoressa, per la depilazione definitiva. Devo dire che sto ottenendo ottimi risultati, quindi mi sarebbe dispiaciuto interrompere il trattamento. Per fortuna non ho mai visto direttamente la luce, anche perché l'apparecchio ha un sistema di sicurezza che non fa partire spari a vuoto, mi è capitato solo una volta di vedere il flash per un attimo, ma avevo gli occhiali e ho subito richiuso gli occhi (ero all'inizio, ed ero un po' scoordinata).

Buone feste a Lei e grazie davvero di tutto. Al prossimo CV seguirò il Suo consiglio e farò finta di star giocando ad un puzzle-videogame. ;-)

[#10] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Da come risponde si capisce che ha un carattere solare e positivo. Vedrà che non avrà nessun problema a rilassarsi mentre fa l'esame. Un saluto e a presto
Dott.ssa Caterina Cimino

[#11] dopo  
Utente 947XXX

:-) Sono una brava attrice.
A dire il vero, dal CV sto continuamente concentrata sulla mia visione e m'è scoppiata un'allergia psicosomatica di rifiuto all'idea di poter avere qualcosa di brutto (mi conosco e so che è così).
Solo oggi pomeriggio sono migliorata un po'...purtroppo, dopo l'incidente di due anni fa sono guardinga su tutto, ho fatto anche psicoterapia ma ho risolto davvero poco. Mi basta un banale addormentamento di un piede per stare in ansia...Ma le prometto che per i prossimi due esami, prenotati per fine settimana prossima, farò di tutto per stare calma. Grazie di cuore per tutto! :-)

[#12] dopo  
Utente 947XXX

Buongiorno,scrivo per aggiornare la mia situazione.Ieri mattina accusavo senso di pesantezza diffusa e forti dolori al braccio destro e alla gamba destra.Sentivo anche dolore alla parte alta del petto,ma ho pensato che si trattasse di ansia,o dell'allergia che ho avuto per un po' di giorni.In questo contesto,sapevo che era molto probabile un nuovo episodio e così è stato.Ieri sera,infatti,mi sono girata verso sinistra e ho incrociato un'auto.Nel passare,sono rimasta,per così dire,abbagliata(ma non era un abbagliamento reale):i puntini si sono poi trasformati in un grigiore diffuso che mi ha appannato l'occhio sinistro per un po'.L'effetto era quello di vedere attraverso un vetro craquelé.Con il destro,invece,come al solito vedevo benissimo.In tutto questo ho continuato a camminare,e forse questo ha ritardato un pochino la ripresa della visuale.Ho notato poi che,una volta visto tutto come prima,solo su parti bianche vedevo come un riflesso luminoso.Per fare un esempio,vedevo bene la sala d'aspetto della stazione,mentre sul quadrante dell'orologio,che è bianco,vedevo come una stella,come se fosse incellofanato.Purtroppo non so spiegarmi meglio.Logicamente ho avuto il fiato corto anche per la paura.Non ho avuto dolore all'occhio,lo sento solo come quando lo bendano,ma non mi fa male.Di contro,ho avuto forte mal di testa,specie alla nuca,al vertex e alla fronte.Stamattina sento che la nuca scricchiola un po',mentre il vertex e la fronte mi fanno ancora male,ma meno di ieri.Sono così precisa perché ieri ero in compagnia,sentendomi più sicura mi sono concentrata su quello che mi accadeva per descriverlo meglio e riportarlo anche qui.
Domani ho un nuovo controllo oculistico in attesa degli esami strumentali.Spero che dalla visita si possano escludere delle ipotesi,almeno le peggiori...a rigor di logica,se ci fosse un problema legato alla pressione,dovrebbe capitarmi all'occhio destro(leggermente più esoftalmico,con la pressione un poco più alta dell'altro e più malandato secondo il CV),invece mi capita al sinistro che è quello più sano.Paradossalmente,la cosa mi mette ancor più preoccupazione.
Bene,ho spiegato più precisamente il mio problema.Di nuovo grazie a chi mi leggerà.Buona giornata. :-)

[#13] dopo  
Utente 947XXX

Buonasera,il nuovo controllo ha evidenziato un fondo sano in OO,occhiali tarati bene,pressione non misurata per colpa mia (non sopporto quel coso sopra l'occhio,mi fa senso). Il responso è stato di probabile emicrania con aura visiva,da valutare col neurologo. Consigliati esami GDX e pachimetria con pentacam. Il CV è stato valutato come incomprensibile e fatto da un macchinario poco affidabile (optopol),in più,lo specialista ha affermato che CV e OCT sono esami superati.Ho chiesto in altro post dedicato agli esami diagnostici se esista un principio di esclusione o di complementarietà tra i vari esami oculistici,in modo da essere più utile anche ad altri utenti,quindi non ripeterò il quesito in questa sede.
Il neurologo invece non è convinto di questa ipotesi,essendo più orientato alla versione vascolare,maturata in un contesto di contrattura in zona cervicale che genererebbe un piccolo deficit nell'arteria intervertebrale che "nutre" la zona occipitale deputata alla visione (spero di ricordare bene i termini!).
Insomma,diceva Padre Pio:meglio essere un topo tra due gatti...
Ricapitolando,la mia situazione ad oggi è questa:
1.esordio del problema,oculista di fiducia,visita perfetta,fondo ok,consiglio di CV;
2.CV fatto un po' "così",senza correzione,fatica immane,risultato con zone nere disseminate in zona supero nasale ed infero-temporale;
3.CV giudicato comunque attendibile,terapia consigliata con gocce ipotensive;
4.prima di fare una frittata,penso di ripetere altrove il CV;
5.lo specialista mi spiazza dicendo che il CV e l'OCT sono esami superati dalle nuove tecnologie,basta fare un GDX,la pachimetria e la misurazione della pressione a contatto.Dopodiché,se la pressione è buona(e per lui 18 va bene),finisce la storia.

Sono in attesa di eseguire questi ultimi due esami.Posterò l'esito qui su MI,e poi valuteremo il da farsi.Non ho intenzione di buttare soldi,ma se mi dite che comunque gli esami sono complementari,sono prontissima a fare anche gli altri due.Mi lascia perplessa l'idea di non misurare più il tono,se non a visita una tantum,quindi sono un po' spiazzata.Come sempre,ogni consiglio è bene accetto:si tratta della vista e voglio tenermela cara. :-)

[#14] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Gentile utente. Innanzitutto il CV, se eseguito con criterio è un esame attendibile, l'OCT della papilla è l'esame più innovativo per studiare la morfologia del nervo ottico. La pachimetria dovrebbe farla per vedere se i valori di pressione rilevati siano "reali". Con un dubbio diagnostico il suo oculista è tenuto in primis a chiarire la diagnosi invitandola ad eseguire gli esami e a tenere la sua pressione oculare sotto stretto controllo...Ha ragione la vista è una delle cose più preziose che abbiamo e lei deve trovare insieme al suo medico la causa del suo problema. Quando ha trovato un bravo medico e chiarito i suoi disturbi allora ci farà sapere. A questo punto il mio unico consiglio è quello di affidarsi a gente esperta. A presto
Dott.ssa Caterina Cimino

[#15] dopo  
Utente 947XXX

Gentilissima dottoressa Cimino,
ho eseguito pachimetria e GDX. La pachimetria è risultata ottima, la cornea è un pochino più spessa del normale e lo specialista ha detto che da questo punto di vista sto a posto, e che la pressione di 18 è leggermente sovrastimata, quindi la mia reale sarebbe intorno ai 16.
Il GDX ha evidenziato valori OD 25 e OS 21, il tracciato dell'OS è proprio centrato, sembra fatto apposta, e anche le foto sono molto regolari; l'OD ha un tracciato un po' più irregolare e dalla foto il disco sembra ovale (tipo un fagiolo), ma probabilmente questo è dovuto al fatto che il mio OD ha una conformazione congenita ed ereditaria per la quale è un poco più grande dell'altro (risulta anche da una RMN di tre anni fa).

Ieri ho fatto la visita oculistica (stavolta con la lente che si mette sopra l'occhio) e - in barba al GDX - l'occhio destro sta meglio del sinistro, nel senso che il nervo ottico è normalissimo nel destro, mentre a sinistra è più escavato ma di pochissimo. Insomma, a destra sarà pure storto ma sta bene; a sinistra - dato che non ho mai fatto controlli precedenti al nervo - probabilmente sarà sempre stato così, dato che non ho mai avuto ipertono a sinistra, e praticamente non ho perdita di fibre nervose, o altri problemi, eccettuato questo fastidio vascolare.

Diagnosi: nessuna terapia, ripetizione degli esami tra un anno. Dato che la struttura dove sono andata è molto seria, con macchinari affidabili e buoni operatori (in più applica il tariffario sociale), farò lì una nuova perimetria e l'OCT per togliermi io personalmente il pensiero anche sulla situazione del nervo sinistro.

Nel frattempo ho corretto abitudini alimentari e non, e devo dire che mi sento meglio e il fastidio - per ora - non pare avere voglia di tornare. Forse c'entrava anche un appesantimento in tutto questo.

Bene, questa la mia situazione aggiornata a ieri. La ringrazio per la Sua attenzione per il mio caso e, attendendo Sue, Le invio cordiali saluti.

[#16] dopo  
Utente 947XXX

Gentilissimi, purtroppo sono costretta a scrivervi ancora in merito a questo fastidioso problema che si sta presentando più di frequente, anche se in forma spesso più leggera.

Ho notato che il fastidio compare dopo determinati movimenti (rotazione del busto e/o del braccio; se salto) e che si accompagna a senso di tensione nella tempia sinistra, che talora si gonfia. Al lato sinistro della faccia mi sento come addormentata, mi formicola un po', e se muovo la testa sento "scricchiolare". Sempre a sinistra mi fa male la spalla, l'orecchio (tantissimo), il braccio, se premo in determinati punti avverto un dolore proprio forte, ho delle fitte del polso che ho notato preannunciano il fastidio (dolore puntuto e bruciante).
Il punto più dolente è dietro la testa, a sinistra, dove il cranio fa la curva, in corrispondenza dell'occhio: da lì è come se partisse un filo lungo il collo, la guancia (tra mandibola e mascella), l'orecchio, e la spalla sinistra, irradiando il malessere. Spesso mi fa male anche il centro del capo, un dolore puntuto e ostinato.
Prima e dopo il fastidio mi manca un po' il fiato, e dopo rimane un senso di nausea e mi brucia e lacrima l'occhio sinistro.

L'occhio destro è interessato solo minimamente: appena esordisce il fastidio è come se vedessi attraverso dell'acqua, ma si tratta di uno, due secondi al massimo, lui torna subito normale. Il sinistro no, si appanna in grigio e poi rimangono come delle venuzze luminose a forma di stella, e dura di più; oppure, come stamattina, fa dei puntini e il senso di acqua e sparisce prima.

Così ho fatto la TAC al cranio, perché la RMN non l'ho fatta a causa della claustrofobia, e il risultato è stato tutto nella norma. Non c'è proprio niente. Idem i TSA, il GDX, la visita del fondo oculare.

Ora non so che fare: i medici che ho interpellato finora sono del parere "abbracciati la croce", ma io non posso andare avanti così. Ci sono altre indagini che posso fare? Come si arriva a capo di questa situazione? Non posso vagare senza meta da uno specialista all'altro, specie quando ti dicono: "è così e te lo tieni". Non può essere, non è una cosa che viene di punto in bianco, ha un preciso contesto e decorso.

Vi ringrazio con tutto il cuore per qualsiasi aiuto riteniate opportuno darmi. Scusate la lunghezza e a presto!