Utente 414XXX
Buongiorno,

vorrei chiedere un parere sui miei dati.

Ho 51 anni e sono miope da circa 30 di circa 1.5 diottrie per occhio (prima era un po' di più e nel corso degli anni è diminuita causa presbiopia).

A mia madre è stato diagnosticato un glaucoma allo stadio iniziale circa 6 anni fa a 82 anni. È in cura con colliri e, considerata l'età, ci vede molto bene.

Qualche settimana fa ho fatto un esame presso un oculista e mi è stato rilevato un tono diverso tra occhio sx (13) e occhio dx (16). Inoltre è stato rilevato un’accentuazione delle escavazioni nervo ottico.

Oggi ho fatto esami più approfonditi presso un ospedale (CV, Pachimetria, HRT, OCT) dei quali riporto i dati sotto così come li leggo.

Il medico ha parlato di sospetto glaucoma e consigliato di rivedermi in ambulatorio fra tre mesi. Quindi per adesso no diagnosi e no cure.

Quanto mi devo preoccupare?...


->->CAMPO VISIVO<-<-
Nella norma (molto buono è stato il commento)


->->PACHIMETRIA CORNEALE<-<-
dx 535
sx 534
odt: 16 mmhg -> Adjusted IOP 16.9 mmhg
ost: 13 mmhg -> Adjusted IOP 13.9 mmhg


->->HRT<-<-
Linear cup/disc ratio
OD=0.68 (p=0.09) NORMAL
Asymmetry=-0.04 (p=0.4) NORMAL
OS=0.72 (p=0.07) NORMAL


Cup shape measure
OD=-0.06 (p=0.02) BORDERLINE
Asymmetry=0.03 (p=0.27) NORMAL
OS=-0.09 (p=0.08 ) NORMAL


Rim Area
OD=1.17 (p=0.007) BORDERLINE
Asymmetry=0.04 (p=0.47) NORMAL
OS=1.13 (p<0.001) OUTSIDE NORMAL LIMIT


Rim volume
OD=0.28 (p=0.13) NORMAL
Asymmetry=0.04 (p=0.45) NORMAL
OS=0.24 (p=0.03) BORDERLINE


OD: MRA: ouside normal limits
OS: MRA: ouside normal limits


RNFL - Height variation contour
OD=0.36 (p>0.5) NORMAL
Asymmetry=-0.01 (p=0.27) NORMAL
OS=0.37 (p>0.5) NORMAL

RNFL - Mean RNFL thickness
OD=0.26 (p>0.5) NORMAL
Asymmetry=0.04 (p=0.31) NORMAL
OS=0.22 (p>0.5) NORMAL


Inter eye asymetry 7%


->->OCT<-<-
od, ir 30 art + oct 20 (5.8mm) art ( 10 ) q:23 [hr]
od, ir 30 art + oct 20 (5.8mm) art ( 8 ) q:26 [hr]
os, ir 30 art + oct 20 (5.8mm) art ( 10 ) q:21 [hr]
os, ir 30 art + oct 20 (5.8mm) art ( 10 ) q:22 [hr]

[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
data la familiarità del glaucoma è giusto controllarsi ma non è giusto fare terrorismo psicologico.
ha eseguito una mole importante di esami che la definiscono senz'altro in una fetta di popolazione sana. a mio parere è giusto un controllo della pressione intraoculare ogni 4-6 mesi, una visita di routine con esame del fondo oculare annuale ed eventualmente integrare un campo visivo annuale con oct delle fibre nervose.
il resto potrebbe essere un corollario ed inutile nella sua condizione.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Buongiorno Dr. Munno,

Grazie mille per la prontissima risposta.

La perplessità del medico stava essenzialmente sulla morfologia della papilla (l'escavazione) e l'asimmetria di pressione tra sx e dx.

Da parte mia vedo che l'esame HRT ha qualche segnalatore rosso nella RIM, in particolare il parametro MRA che viene indicato come "ouside normal limits" per entrambi gli occhi, sebbene per il resto sembri tutto "normal" o al limite "borderline".
Come va interpretata questa cosa: è semplicemente una conferma dell'escavazione o dice qualcosa di più verso il sospetto glaucoma?
Capita spesso che a 50 anni si abbia una papilla con questi parametri morfologici senza esprimere patologie?
Una miopia leggera da 30 anni potrebbe esserne la causa?

Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
la miopia altera la forma del nervo ottico.
io le consiglio di non guardare troppo questi esami che spesso sono influenzati da troppe variabili e generano ansie inutili.
tenga conto piuttosto delle linee guida internazionali che sono quelle che le ho scritto nel post precedente.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#4] dopo  
Utente 414XXX

in effetti veder associato il nome di quella patologia alla propria persona non contribuisce a migliorare sonno e buon umore :)

Grazie ancora

[#5] dopo  
Utente 414XXX

Buongiorno,

Ieri ho approfondito con mia madre la questione del suo glaucoma.

Premetto che lei ha quasi 90 anni e la diagnosi è avvenuta circa sei anni fa presso un ambulatorio. Diciamo che lei ne sa poco, riassumendo:
- non ha nessun referto con dati inerenti al glaucoma (lei conserva tutto)
- sostiene che le hanno rilevato la pressione a 18. Ma qui magari si confonde, magari prima la pressione era più alta e ora è a 18.
- ha un tesserino che le permette di acquistare il collirio che applica regolarmente
- fa solo una visita all’anno in un ambulatorio, come richiesto dal suo oculista
- non ha mai fatto un esame del campo visivo
- non ha fatto la pachimetria
- non ha mai fatto esami del nervo ottico (tipo HRT, OCT o altro)
- non manifesta (in modo consapevole) alcun danno visivo

Aggiungo che, nonostante l’età, è una persona estremamente indipendente, che legge molto e capace di fare viaggi lunghi in treno da sola e in perfetta autonomia, quindi non una persona che inciampa o batte su ostacoli che non vede. Questo per dire che quando mi dice che vede bene, le credo.

È possibile diagnosticare un glaucoma ad una persona che non accusa lacune visive semplicemente da un esame del fondo dell’occhio e dalla pressione? Non sarà che, vista l’età e un aspetto dubbio della papilla, le hanno prescritto una terapia giusto come prevenzione?

[#6] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
CONCORDO pienamente con lei.
per una diagnosi precisa di glaucoma ci vogliono gli esami prima menzionati.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it