Utente 259XXX
Salve cari dottori!
Vi spiego la mia situazione: un mese fa sono andato dal dentista perchè lavandomi i denti ho notato un po' di sangue in alcuni punti. Il dentista mi ha detto che ero un po' infiammato e mi ha chiesto come e quanto mi lavo i denti. Dopo la mia risposta mi ha detto che me li lavo poco, male e in una maniera che traumatizza le gengive e mi ha detto che devo assolutamente usare il filo interdentale.

Ho seguito tutti i suoi consigli e nel giro di pochi giorni il sanguinamento è completamente scomparso, fino a che, ad un certo punto, una gengiva (un punto tra due denti) ha iniziato a sanguinare spontaneamente, così sono tornato dal dentista. Dopo avermi visitato mi ha detto che ho un taglietto nella gengiva tra i due denti, probabilmente causato dal filo interdentale passato con troppo vigore (ed in effetti in quel punto mi sono reso conto di aver esagerato).

Ora, a distanza di 7/8 giorni la gengiva non sanguina più come prima (il sanguinamento è minimo, forse, se non mi fossi fissato, nemmeno me ne accorgerei), però noto che se sto una giornata senza lavarmi i denti da quel punto esce un po' di sangue, specialmente se spingo internamente sulla gengiva con la lingua, e a volte mi sanguina anche usando il filo interdentale. Ho rivisto il mio dentista perchè mi devo togliere il dente del giudizio e gli ho detto che il sanguinamento non è del tutto scomparso e lui mi ha risposto che ci vuole pazienza perchè si rimargini il taglietto, ma vi chiedo: quanto ci vuole secondo voi? Io in quel punto continuo a passarmi il filo interdentale tutti i giorni, ma forse è meglio che lasci stare per un po' altrimenti continuo a traumatizzare il punto tagliato, o sbaglio? Sto usando un prodotto che mi è stato dato in farmacia da applicare con un pennellino, si chiama Pyralvex, serve a qualche cosa? Scusate ma sono un po' ipocondriaco e ho paura che il sanguinamento gengivale sia dovuto alla leucemia.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
innanzitutto si tranquillizzi.
Il sanguinamento gengivale nella leucemia e' generalizzato a tutte le gengive e non é limitato a un solo punto.
Nel suo caso è consigliabile continuare a passare il filo interdentale nella maniera corretta cioè senza traumatizzare la gengiva.
Sospendere l'uso del filo anche se solo per pochi giorni potrebbe ottenere un aumento del sanguinamento, in questo caso dovuto alla placca e non al trauma.
Ancora un pò di pazienza e il trauma si rimarginera' completamente.
Cordiali saluti.
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#2] dopo  
Utente 259XXX

Grazie dottor Fracini! E in merito al prodotto che mi è stato dato in farmacia cosa mi dice?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, se i denti sono allineati , il persistere del sanguinamento anche in condizioni di perfetta igiene orale è legato alla presenza di tartaro sottogengivale. Rimosso il tartaro, la gengiva guarisce.
Il pyralvex? Non serve a nulla . Meglio uno spray antibatterico nel caso.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#4] dopo  
Utente 259XXX

Cosa intende quando dice: "Se i denti sono allineati"? Perchè il mio dentista mi ha detto più di qualche volta che, nonostante abbia dei denti dritti, non sono posizionati bene, sono troppo stretti tra loro e questo mi porta ad avere questi problemi.

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente,
denti allineati sono quelli riconducibili ad una occlusione di I classe dentaria .

Mi spiego meglio: un dente segue il precedente in posizione non ruotata ma allineata; in tal caso si ha

un normale punto di contatto ; i denti dell'arcata superiore si trovano all'esterno di quelli dell'arcata

inferiore come il coperchio su di una scatola e, sempre i denti superiori, all'osservazione laterale , si

trovano spostati in direzione distale (posteriore ) di circa mezzo dente rispetto a quelli dell'arcata

inferiore.


Se due denti adiacenti non hanno un corretto punto di contatto ed un corretto allineamento a causa

della posizione ruotata di uno dei due o di entrambi e uno o entrambi non sono allineati in arcata e

rispetto ai superiori, vi sarà un aumento di ristagno di placca , una maggior difficoltà all'igiene orale ed

all'autodetersione con maggiore possibilità di infiammazioni gengivali concentrate in questa zona.


Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra