Utente 570XXX
Gentili Dottori,
Vi scrivo circa l'estrazione del mio dente del giudizio, ad una settimana dall'estrazione mi ritrovo ad aver perso la sensibilità del labbro inferiore sinistro e parte del mento (sempre lato sinistro) accompagnata da formicolio, all'inizio pensavo fosse dovuto al gonfiore, ora purtroppo il gonfiore è scomparso e la sensibilità non è tornata, vi chiedo due consigli:
-come muovermi in generale
-esistono farmaci che aiutano la ricostruzione del nervo?
-esistono esami specifici ?
-qual è la professionalità più preparata per affrontare questo problema?

[#1] dopo  
421176

Cancellato nel 2017
Gentile utente,
prima di tutto mi permetta di dirle che mi dispiace per quanto le è capitato. Purtroppo l' alterazione della sensibilità è una delle complicazioni, dell' estrazione degli ottavi. Da come mi sembra di capire Lei parla di una perdita di sensibilità (quindi di anestesia vera e propria) e non di una alterazione della sensibilità che in una certa misura rimane presente(parestesia, ipoestesia). Queste alterazioni possono avere carattere transitorio per lo più e accade raramente che il danno sia permanente. Il problema va inquadrato nello specifico e questo può farlo solamente il collega che ha eseguito l' intervento, in quanto conosce la situazione clinica, radiologica e anamnestica pre-operatoria. Le linee guida attuali, non prevedono esami specifici, se non esami radiologici qualora si sospetti la presenza di un corpo estraneo (una reazione infiammatoria ad un residuo radicolare o la compressione del nervo dovuta all' edema post operatorio) . Il trattamento farmacologico prevede antiinfiammatori steroidei e la somministrazione di farmaci neurotrofici come le vitamine del complesso B1. Dal punto di vista clinico, se si tratta di una compressione o di un surriscaldamento del nervo il trattamento farmacologico non è necessario e la sintomatologia regredisce in poche settimane. Se si tratta invece di una sezione parziale dell' assone nervoso il recupero è previsto nel giro di 6 mesi (ed in questo caso i farmaci hanno senso). Purtroppo in caso di sezione completa del nervo, l' unico trattamento possibile è la neurochirurgia. Il primo step,comunque, è chiarire il quadro con il suo dentista.
I migliori auguri di guarigione.
Dr. Orlando D'Isidoro

[#2] dopo  
Utente 570XXX

Grazie Dottore!
ho chiamato il dentista che mi ha operato, mi ha detto che mi riceverà mercoledì, intanto mi ha detto di prendere bentelan, che ne pensa?

[#3] dopo  
421176

Cancellato nel 2017
Il bentelan è proprio un antiinfiammatorio steroideo, quindi va bene. Sono certo che troverete la soluzione al suo problema. In bocca al lupo!
Dr. Orlando D'Isidoro

[#4] dopo  
Utente 570XXX

Grazie mille !