Utente 450XXX
Salve, sono un ragazzo di 18 anni e vi scrivo perché vorrei sapere se sono ancora in tempo a mettere l'apparecchio ai denti inferiori, perché sono storti davanti e non allineati tra loro. Ho già portato quello mobile per tre anni (solo per i denti superiori), e i risultati si sono visti.
Quindi, potrei migliorare la situazione dei denti inferiori? Dalla descrizione che ho fatto, secondo voi dovrò portare quello mobile o fisso?
Preciso che ho il palato stretto.

Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Il trattamento ortodontico può essere intrapreso nell'adulto
( e lei va considerato tale) in qualunque momento,solo se a monte vi e ' una diagnosi precisa, valutando anche eventuali problematiche temporo-mandibolari e parodontali.
Per i movimenti dentali complessi e ' senz'altro indicato l'apparecchio fisso,vestibolare o linguale.
Riguardo al "palato stretto" l'Ortodontista dovra ' valutare la presenza o meno di cross bite,considerando che a 18 anni è
possibile ancora l'espansione rapida.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 450XXX

Ok, grazie per la risposta. Potrebbe anche spiegarmi quali sono le principali differenze tra gli apparecchi che ha elencato? Ed è possibile che un apparecchio radrizzi i denti, e allo stesso tempo allarghi un po' il palato?

Saluti..

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
L'espansione rapida del palato si ottiene con una "vite "ancorata alle bande, che l'Ortodontista applica ai molari e volendo anche ai premolari ,che agisce aprendo la sutura mediana del palato prima che essa si saldi del tutto( ciò va valutato chiaramente preliminarmente radiograficamente).
Essendo una apparecchiatura "fissa" ,essa fara ' parte di un apparecchio multibande,costituito dai famosi brackets incollati sui denti.
Le apparecchiature mobili e le mascherine non permettono ne ' movimenti ortopedici come l'espansione rapida del palato e movimenti dentali complessi che richiedono una "coppia di forze".
Chieda chiarimenti nel merito al suo Ortodontista .
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentile utente, superata la fase di crescita con l'apparecchio ortodontico sono possibili solo movimenti dentali, mentre sono possibili movimenti ortopedici e dentali in fase di crescita. Una visita le confermerà se sono sufficienti dei movimenti dentali e il tipo di apparecchio da utilizzare.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente, sgombriamo un pò il campo dagli equivoci e dal pressapochismo.

"Sono ancora in tempo a mettere l'apparecchio ai denti inferiori, perché sono storti davanti e non allineati tra loro."
"Ho già portato quello mobile per tre anni (solo per i denti superiori), e i risultati si sono visti."

Qui c'è un concentrato di pressapochismo di cui non è lei il responsabile, ma chi non le ha piegato finora le cose.

L'ortodonzia è una branca seria, non la scienza che raddrizza i denti.
E' l'arte che le sposta i denti in modo che la bocca funzioni correttamente, e normalmente funziona bene quando i denti sono dritti (non solo quelli davanti) e COMBACIANTI fra loro, davanti e dietro, sopra e sotto.

Ne consegue che quello che lei ha fatto finora è solo un camuffamento estetico (lei ci parla infatti anche di palato stretto).

Il trattamento (serio) deve necessariamente essere effettuato sopra e sotto.

Palato stretto.
Se chi le ha fatto la diagnosi di "palato stretto" è lo stesso che ha allestito un apparecchio rimovibile, tale parere vale come il due di bastoni a briscola di coppe.
Se non sa giocare a briscola, traduco: è la carta di valore più basso, e non conta un c.....

Controlli che il "professionista" che l'ha seguita sia laureato e non uno dei tanti "meccanici", finti dentisti in pratica.
Il sospetto è forte.

Se lei dovesse in effetti avere il palato stretto, occorre differenziare questa situazione da quella in cui sono solo i denti superiori ad essere piegati in dentro; è molto più facile correggere.

Se dovesse essere in effetti il palato stretto, la soluzione dell'espansione, alla sua età, è assai problematica.
Anche se sono stati descritti e pubblicati casi episodici di riuscita, la realtà è quella descritta dal dr. Ruffoni: NO, a meno di ricorrere ad un intervento di chirurgia maxillo-facciale che "rompa" il palato a metà e permetta l'espansione.

Deve valerne veramente la pena, perchè è un intervento invalidante per diverse settimane ed estremamente doloroso.

Nella mia pratica ultratrentennale, mai fatto fare.
Spesso, molto spesso, praticamente sempre, sono possibili situazioni di compromesso funzionalmente accettabili.

Serve una visita specialistica.
Da uno che ci capisca qualcosa, ovvio, con il rischio di trovarsi una capra travestita da dentista.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)