Utente 261XXX
Salve, sono un portatore di valvola aortica in terapia anticoagulante.
Ho necessità di fare due impianti per i quali mi è stato prospettato di interrompere la terapia anticoagulante e fare una terapia ponte con eparina.
Vorrei sapere se con l'implantologia transmucosa sarebbe possibile evitare di interrompere la TAO con Coumadin.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Non cambia il protocollo sia con i transmucosi che con gli impianti standard,ma cambia in funzione della tipologia dell'intervento .In genere parlando della terapia anticoagulante orale, per valori di INR fino a 2,5-3 in caso di interventi semplici spesso non è necessario modificare la terapia, se l’INR è superiore o è necessario eseguire interventi più complessi che comportano un notevole sanguinamento la TAO sarà adattata sospendendola 2-3 giorni prima dell’intervento; l’anticoagulante orale potrà essere sostituito dalle eparine a basso peso molecolare(enoxaparina) con il ritorno alla terapia normale dopo 1-5 giorni dall’intervento.

Legga l'articolo del Collega

https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/2111-la-chirurgia-orale-nel-paziente-in-terapia-anticoagulante-o-antiaggregante.html



Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 261XXX

Buongiorno e grazie per la sollecita risposta, anche l'articolo segnalato è molto utile.
In particolare è il limite dell'INR a 2,5-3, per intervenire senza sospensione della TAO, che non sempre trova riscontro dai dentisti da me contattati a Roma. Ovviamente mi rendo conto che dal loro punto di vista è più semplice optare sempre per la sospensione della TAO, anche se per il paziente questo e fonte di notevoli disagi. In ogni caso credo che dovrò adeguarmi a tale orientamento.
Cordiali Saluti