Utente
Salve, avrei bisogno di una vostra opinione riguardo questo avvenimento accaduto.


Ho dovuto mettere un ponte dentale.

Il lavoro è stato compiuto, ma il mio dentista non mi ha parlato, ne del prezzo, ne della modalità di pagamento.


Pensavo che avrei potuto pagare "a fiducia" una piccola parte ogni mese, ma alla fine del lavoro mi ha detto che avrei dovuto pagare subito, o comunque con assegni postati.


Avendo un lavoro con contratto a progetto, non posso fare un finanziamento, e non posso nemmeno staccare assegni.

Ovviamente non voglio non pagarlo!

L'unica cosa che posso fare è pagare la somma (1300 euro) in piu soluzioni.

Diladata in 4 o 5 pagamenti mensili.


Ma sembra essere restio ad accettare...

Come potrei fare?

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, personalmente chiedo quanto costa, prima di acquistare anche un paio di scarpe. Lei utilizza internet, non é un bambino, sa benissimo che l'odontoiatria non è una agenzia di credito, possiede sicuramente un cellulare, ed è capace di intendere e volere. Quindi deve cercare la soluzione, i soldi hanno un costo, questo costo le verrà addebitato con tutte le relative spese fino ottenere la riscossione, elevando il suo debito a cifre maggiori, facendo forza sui suoi beni, o su quelli dei suoi genitori. Mi sembra impossibile, che nessuno le abbia mai spiegato questo. Speriamo che il suo odontoiatra non abbia gravi conseguenze da questo mancato pagamento, lei deve capire il danno che sta facendo ad un altra persona onesta, che per colpa sua può trovarsi in grandi difficoltà. Le consiglio di rivolgersi ai servizi sociali del suo comune, chiedendo un supporto di garanzia, dando la sua disponibilità ad contraccambiare il loro servizio prestato, con la sua prestazione di opere sociali volontarie non retribuite. Questo le servirà di lezione, che prima di affrontare qualunque acquisto, deve chiedere quanto costa. Potrebbe anche tentare di dimostrare all' odontoiatra la sua buona fede, lasciando in pegno a lui, un suo bene, il suo cellulare, un gioiello, la sua auto, il suo computer, una sua proprietà, fino al completo pagamento.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente
Ma forse lei non ha letto attentamente il.mio scritto, o le mie parole non state in grado di farle comprendere cosa voglio dire...

Non ho fatto menzione di "non voler pagare".
Ho solamente detto che, ovviamente (così per la maggioranza delle persone che non può fare finanziamenti), non sono in grado di pagare tale cifra in unica soluzione, ma posso pagarla dilatata nel tempo.

Moltissime persone che conosco, nella mia simile situazione, hanno utilizzato questo metodo con i loro dentisti.

Lei dice: "bisogna informarsi sul prezzo prima di acquistare qualcosa"
Io ribatto: " Chiunque, prima di vendermi qualcosa mi dice il prezzo"
Non ho beni da lasciare, dato che sono abbastanza povero.

Ripeto, non vedo.il problema ad accettare una dilatazione di 1300 euro in 5 mesi, quando molti che conoscono hanno dilatato 2000 e passa euro in di 100 euro al mese a "fiducia".

[#3]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Si, molti dicono il prezzo prima di vendere, ma questi sono i mercanti; i professionisti non avendo un listino fisso e a volte non sapendo come si svolgerà la cura non sempre specificano il costo della prestazione. Provi a chiedere all'odontoiatra se accetta una scrittura privata tra le parti, in cui lei si prende l'impegno, descrivendo il pagamento e riconoscendogli un congruo interesse, visto che non possiede garanzie. cosa comune che molti hanno prendano accordi con il loro odontoiatra, ma non è una buona ragione ufficiale, per pretendere che questo sia una norma. Molte volte, vedo pazienti che non chiedono, devo versare un acconto? La prestazione poi dura 6 mesi e si trovano poi una parcella di 1200 , che se avessero versato 200 al mese durante le cure, non si sarebbero accorti.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/