Utente
Salve, ho 32 anni e da circa 10 mesi ho grossi problemi agli arti inferiori. I problemi sono nati a seguito di un infortunio che mi ha causato la rottura del legamento crociato anteriore dx. Prima di operarmi, ho iniziato a sentire forti dolori alle ginocchia anche al sx, etichettati come semplice sovraccarico a seguito di un errata postura. L'operazione di ricostruzione è andata bene, ma tempo due mesi, in piena fase riabilitativa, i dolori sono peggiorati. Ho consultato un altro ortopedico, che mi ha diagnosticato una forma di sindrome rotulea, prescrivendomi una riabilitazione di rinforzo del VMO. Dopo due mesi di fisioterapia non ho avuto alcun tipo di beneficio. I dolori alle ginocchia hanno cominciato ad essere sempre più forti e insopportabili, soprattutto nei semplici atti quotidiani (stare in piedi, camminare), accompagnati da formicolio su tutte le gambe e soprattutto sotto le piante dei piedi. Ho fatto due risonanze e due tac a entrambe le ginocchia, in cui non si rileva la traccia di alcuna patologia.
Disperato, mi sono rivolto all'ennesimo specialista, il quale, ritiene che il problema non siano le ginocchia (viste e riviste da almeno 4 ortopedici diversi, l’ultimo mi ha addirittura detto che non ho assolutamente niente alle ginocchia e di andare da uno psicologo..) bensì il nervo sciatico (dove ho preso una brutta botta circa un anno e mezzo fa.). Mi ha consigliato di fare una risonanza lombo sacrale. E' possibile che questo possa portarmi a un dolore così acuto alle ginocchia?? E’ possibile che la causa di tutta l’instabilità che ho alle gambe ( a parte i dolori, non mi sento sicuro sulle ginocchia, le sento scricchiolare..) derivi da un problema di questo tipo?
Grazie, saluti.

[#1]  
Dr. Paolo Tessari

24% attività
4% attualità
12% socialità
VILLAFRANCA DI VERONA (VR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
penso che la patologia di cui soffre abbia bisogno di un inquadramento generale sistemico e in seconda battuta di un approfondimento loco-regionale specifico.
La sintomatologia descritta penso sia poco compatibile con l'intervento subito.
Penso altresì che una risonanza magnetica lombo-sacrale associata ad una radiografia standard della colonna L-S siano indispensabili.
Anche la patologia dell'anca può dare una sintomatologia alle ginocchia, ma questo sarà un problema che risolverà l'ortopedico che la valuterà.
Penso,inoltre, sia utile una valutazione neurologica con uno studio ematochimico di fondo.
Mi faccia sapere l'evoluzione della situazione.
dr.Paolo Tessari, ortopedico in Verona.
dr. Paolo Tessari
ortopedico, artroscopista, protesista
specialista in medicina dello sport
Verona