Utente
Descrivo referto radiografia ginocchia dx e sn che ho fatto il 3 novembre 2018:

Esame effettuato in ortostatismo nella proiezione A-P.
Moderata deviazione in valgismo del ginocchio Sn, ove si apprezzano una lieve sclerosi dell'emipiatto tibiale esterno e la presenza di piccoli osteofiti da ampliamento delle superfici articolari femoro-tibiali esterne.
A Dx si apprezzano una stria iperdiafana in corrispondenza delle strutture meniscali esterne., in rapporto a "vacuum phenomenon", modestissime note artrosiche femoro-rotulee con una piccolissima salienza osteofitaria posterior-superiore della rotula.

Il mio problema è che ho difficoltà a deambulare, massimo trecento metri e mi stanco. Sto in piedi per un'oretta e sono stanca.
Sento fastidi sia quando cammino oltre i 300 metri, sia quando sto in piedi oltre un'ora alle ginocchia. Ginocchio sinistro leggermente gonfio.
Di notte nessun fastidio. Seduta nessun fastidio, a parte fastidi alla lombare.
Ho fatto questa radiografia e Vi chiedo gentilmente se rilevate qualcosa che possa incidere su tale mio fastidio. Come stanno le mie ginocchia, mi consigliate di fare qualcosa?
Vi sono grata e cordialmente Vi saluto.
Rosella

[#1]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Buonasera. A sx ha una condropatia della parte esterna del ginocchio e a sx condropatia della parte anteriore del ginocchio (femoro-rotulea) causati dal ginocchio valgo. Per questo problema dovrebbe dimagrire, fare ginnastica per rinforzare il muscolo quadricipite del ginocchio (soprattutto il vasto mediale obliquo) ed eventuale plantare con cuneo nella parte interna del tallone per ridurre il valgismo quando cammina. Saluti
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it

[#2] dopo  
Utente
Mi scusi dottore, mi ha indicato condropatia a entrambe le ginocchia, però mi ha specificato sempre sx e non dx, mi precisa meglio la patologia su dx e sx? L'eventuale plantare a entrambe le ginocchia? Ma lei pensa che cammino con difficoltà a causa di questa condropatia? Mi scusi il disturbo, la ringrazio.

[#3]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
A sx condropatia della parte esterna del ginocchio. A dx condropatia della parte anteriore del ginocchio. I plantari servono a ridurre il valgismo delle ginocchio e quindi a ridurre il carico sulla parte esterna e anteriore del ginocchio.
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it

[#4] dopo  
Utente
Gli esercizi per rinforzare il vasto mediale obliquo richiedono l'intervento mirato di un fisioterapista o posso andare in una normale palestra? Non mi ha risposto alla domanda se tutto ciò è causa della mia camminata difficoltosa. Non la disturbo più promesso. Grazie

[#5]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora, il collega Akkawi Le ha risposto piu' volte e correttamente sotto il profilo anatomo patologico, riferendo quanto descrive l'esame radiografico , anzi le ha anche dato dei consigli terapeutici.
Per estrema chiarezza e completezza, Lei è affetta da gonartrosi bilaterale, ossia artrosi alle ginocchia, e ciò è certamente causa delle limitazioni funzionali sia alla prolungata stazione eratta che alla deambulazione.

Ma potrebbe avera anche una concomitante patologia venosa che influirebbe certamente negativamente nella sua deambulazione.

Si faccia valutare clinicamente da uno specialista ortopedico e dopo esegua delle accurate cure fisiochinesiche affidandosi ad un medico Fisiatra.
Cordiali saluti
alessandrocaruso26@gmail.com
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#6] dopo  
Utente
Cari dottori io Vi ringrazio entrambi, siete stati gentili e pazienti con me. È soltanto che sono quasi tre anni che giro per medici e esami ( due risonanze encefalo che hanno escluso sclerosi multipla; una risonanza alla lombare dove sono risultate varie protusioni e dischi usurati; doppler arti inferiori venosa e arterioso negativi; analisi del sangue sistema immunitario negativi; ecc....) e non risolvo. Ora sto facendo sedute da una osteopata, pressioni leggere, ne ho fatte 6 ma la deambulazione non va. Mi dicono che questa artrosi alle ginocchia è leggera, sono le ginocchia valghe che incidono sulla camminata, insomma nessuno si espone se necessaria operazione per raddrizzarle. Mi scuso con voi per lo sfogo e se potete consigliarmi un bravo ortopedico a Roma vi sarei infinitamente grata. Vi ringrazio per la pazienza e Vi saluto cordialmente.

[#7]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora, va esaminato attentamente con un esame clinico ogni dettaglio della sua statica e deambulazione, e valutare se il problema principale suo sulla deambulazione è dovuto alla gonartrosi bilaterale o al rachide lombo sacrale con le varie protrusioni discali o ad una patologia di origine vascolare .
O magari all'associazione di tali patologie e come trattarle.
Ne un osteopata o la sola palestra sono idonei a risolvere i suoi problemi .
Bisogna esaminare gli accertamenti diagnostici per immagine che lei ha eseguito e se eseguirne altri.
A Roma troverà senz'altro bravi e valenti specialisti ortopedici e Fisiatri cui affidarsi .

Cordiali saluti
alessandrocaruso26@gmail.com

.
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#8] dopo  
Utente
Vi ringrazio per la disponibilità e la cortesia che mi avete dimostrato. Vi auguro il meglio dalla vita. Buon lavoro e cordiali saluti.