Utente 564XXX
Buongiorno dottori, scrivo per chiedere un parere, ovviamente effettuerò anche una visita se necessario.

È da qualche mese che soffro di un dolore al ginocchio destro, parte interna, in basso.
Sinceramente non ci presto troppo caso, perché è un dolore sopportabile, che solo poche volte si fa sentire un po' di più, ritornando alla stessa intensità di sempre poco dopo.
Ieri ero seduta su una sedia, mi sono alzata, giurerei senza compiere nessun movimento "strano", e ho cominciato a sentire un dolore molto più intenso a quello stesso ginocchio.
Mi faceva male ad ogni piegamento e da seduta, un po' meno camminando.
Passata la notte, stamattina lo sento abbastanza debole, il dolore è nel solito locus, da seduta è sopportabile, ma camminando lo sento troppo indolenzito.
Non ho idea se sia causato da un movimento "sbagliato" nell'alzarmi, oppure riguardi il solito dolore che sento sempre.
Attendo consigli, per quanto vi è possibile fare da qui.
Grazie mille per la disponibilità.

[#1]  
Dr. Vinicio Perrone

24% attività
12% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
MANDURIA (TA)
MESAGNE (BR)
GALLIPOLI (LE)
NARDO' (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Verosimilmente si tratta di una lesione del menisco mediale. Spesso la posizione accovacciata o stare seduto su una sedia ed alzarsi improvvisanente può aggravare questa lesione. Consiglierei una visita ortopedica: attraverso la corretta valutazione del ginocchio si potrà confermare questa ipotesi diagnostica e procedere al trattamento più appropriato.
Dr Vinicio Perrone
www.vinicioperrone.com
Dr. Vinicio Perrone,
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
www.vinicioperrone.com
Roma, Lecce, Sava, Mesagne, Manduria,

[#2] dopo  
Utente 564XXX

Gentile dottore, ho avuto il tempo per fare una visita all'ortopedico, il quale mi ha parlato di un'insofferenza del menisco mediale e mi ha consigliato di approfondire attraverso una risonanza magnetica, oltre a prescrivermi delle bustine antinfiammatorie, l'uso di un tutore e l'utilizzo del ghiaccio. Ho appena ritirato il referto della risonanza, il quale non riporta lesioni meniscali, ma parla di "lieve disomogeneità di segnale della cartilagine retrorotulea in rapporto a segni di condropatia". Nei prossimi giorni mi recherò nuovamente dall'ortopedico, lei, in linea di massima, potrebbe dirmi più specificamente di cosa si tratta? O meglio, se esiste una "cura", se è qualcosa che va a peggiorare nel tempo (essendo io molto giovane), etc.?
Grazie mille per la disponibilità.