Utente
Gent.
li Dottori
buongiorno ho quasi 50 anni da dicembre 2019 circa e fino a metà marzo con un gruppo della fondazione veronesi avevo iniziato un progetto legato allo sport e in particolare alla corsa con allenamenti due volte a settimana.
Specifico che ho sempre praticato attività sportiva (nuoto) a livello amatoriale e non più di due volte a settimana.
Da quando avevo iniziato la corsa con l'esercizio ero riuscita a raggiungere anche un buon traguardo.
Poi sono state bloccate tutte le attività e ho continuato ad esercitarmi in casa (due volte a settimana) con semplici esercizi per gambe e respirazione molto leggeri.
Il 20 aprile ho ripreso a correre e dopo circa 5 km ho avvertito una fitta al ginocchio sinistro nella parte centrale con maggiore insistenza sotto che si ampliava verso l'intero sempre zona poco più giù del ginocchio.
Mi sono fermata per circa una settimana per poi riprendere anche perchè da ferma e a casa non avvertivo più dolore.
Riprendendo la corsa il dolore, però sopportabile, lo avverto solo quando corro e se provo ad allungare e accelerare o a correre sull'avampiede si attenua.
Riesco a fare circa 8 km senza che il dolore mi imponga per intensità di fermarmi poi appena mi fermo immediatamente avverto la fitta che nel corso della giornata sparisce, tranne avvertire qualche leggero risentimento di sera.
Se cammino per casa o per strada non avverto nulla solo se corro ho questo risentimento.
Non vedo ad occhio rigonfiamenti particolari nè rossori.
Ho messo anche una ginocchiera mentre corro ma a parte tenermi più stabile l'arto non allenta il risentimento che ripeto insiste solo durante la corsa.
Vi ringrazio in anticipo per la vostra attenzione e consigli.
grazie

[#1]  
Dr. Daniele Tradati

28% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2019
Prenota una visita specialistica
Caro utente,

Si tratta probabilmente di un piccolo sovraccarico della rotula,siccome la corsa è un'attività che la sottopone ad elevati stress dovuti al continuo scorrimento con il femore, soprattutto in una fase di stacco e atterraggi. Al momento si focalizzi su un intenso protocollo di rinforzo del quadricipite in isometria, stretching del quadricipite e dei flessori della coscia. Prima e dopo l'attività sportiva. Eviti la corsa e prediliga sport in scarico es. Cyclette a sellino alto senza resistenza.

Le auguro una buona giornata,
Cordiali saluti
Dott Daniele Tradati
Regalami un minuto del tuo tempo come io ho fatto con te, valuta la qualità della riposta lasciando una recensione.Il modo migliore per dire grazie

[#2] dopo  
Utente
Grazie 1000 Dottore è stato gentilissimo e celere
Seguirò i suoi consigli
Un ultimo consiglio dopo quanto tempo potrò riprendere la corsa?
ancora grazie
buona giornata

[#3]  
Dr. Daniele Tradati

28% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2019
Direi 7-10 giorni almeno
Regalami un minuto del tuo tempo come io ho fatto con te, valuta la qualità della riposta lasciando una recensione.Il modo migliore per dire grazie

[#4] dopo  
Utente
Perfetto grazie ancora