Utente
Buongiorno, è da circa 3 anni che soffro di questo rimbombo all'orecchio sinistro. in passato avevo anche dei fischi, sempre allo stesso orecchio, e ho fatto i potenziali evocati da cui non è risultato nulla di neurologico nè danni al timpano; in teoria ci sento benissimo. In effetti è vero; ma questo mio disturbo lo avverto molto di più quando mi alzo dal letto, quando mi inchino, quando mi giro nel letto per cambiare posizione, e in questo caso aumenta l'intensità, come se aumentasse un'ipotetica oscillazione per poi stabilizzarsi di nuovo. Insomma, è un continuo. So di avere delle protusioni cervicali, ma a parte frequenti torcicollo, non mi creano per ora altri problemi. L'otorino che mi aveva visitato mi aveva detto che c'erano delle medicine che costavano un sacco di soldi ma che non mi risolvevano niente. Che problema potrei avere? Anche mia madre soffre di acufemi, spesso togliendole il sonno; può essere genetico? e non c'è davvero nulla che possa attutire questa fastidiosa pulsazione continua? Spero di essere stata chiara, anche se è difficile descrivere certe sensazioni.
Manuela

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi pare di capire che la sintomatologia sofferta sia basata da fischi, pulsazioni, rimbombi. Vorrei sapere se il sintomo è monolaterale e cosa è emerso dagli esami audiometrici. Utile anche una risonanza magnetica dell'orecchio medio ed interno . Attendo la sua risposta. A presto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Allora..l'esame richiesto era per acufeni au sin.

Le latenze delle onde I, III, e V e i tempi di conduzione I-III, III-V e I-V sono nei limiti della norma, senza significative asimetrie.

Questo l'esito dei potenziali evocati. Mi consiglia quindi di fare una risonanza magnetica? Il sintomo è monolaterale.

non le ho scritto che ho 37 anni e questo esame l'ho effettuato nel luglio 2010.

Grazie ancora per la sua risposta
Manuela

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Personlmente, ritengo sempre opportuna una RM con mezzo di contrasto per lo studio dell'orecchio medio ed interno. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori