Utente 542XXX
Salve

Allego referto consulenza di mio padre:

neoformazione proliferativa che interessa tutta la corda vocale di sinistra che appare ipomobile , spazio respiratorio ridotto ma conservato . Si concorda per ricovero per il 18 04 2019 . Terapia domiciliare deltacortene 25 mg e omeprazen .

Sarebbe possibile nei limiti del possibile capire in che modo si agirà e se ci sono i presupposti di guarire , lo chiedo perché lascio immaginare che l' ansia gioca brutti scherzi

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Questa domanda deve farla al Chirurgo che dovrà intervenire, anche perchè, per legge, suo Padre dovrà firmare un consenso informato. Comunque sia, in microlaringoscopia, verrà fatta una biopsia ed il materiale prelevato verrà inviato per esame istologico. In base alla risposta, verrà deciso il tipo di terapia chirurgica da approntare.
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 542XXX

Avevo preso notizie in merito all' ospedale del mare di napoli in quanto ( penso non sia l' unico ospedale) utilizzi laser a CO2 per asportare queste neoformazioni.
Io spero vivamente che questo possa essere il rimedio , a differenza degli atri che sono più invasivi

[#3] dopo  
Utente 542XXX

In merito al termine IPOMOBILE di una corda vocale in questo caso la sx , cosa sta a significare?

[#4] dopo  
Utente 542XXX

C'è nessuno ?

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Che si muove di meno rispetto al normale
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente 542XXX

A distanza di qualche mese mio padre dovrà rioperarsi , infatti l' esame istologico ha evidenziato ancora qualche frammento di carcinoma ( perdoni il mio modo di esposizione ), l' intervento verrà fatto questa volta con taglio lungo la gola e buchetto centrale , adesso volevo sapere , grosso modo la voce che mutazione avrà , se l' avrà, e in genere quali sono i tempi massimi per una ripresa quasi totale del paziente .
Grazie

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non conoscendo il caso specifico e la situazione clinica generale di suo Padre, non sono in grado di fare delle considerazioni ij merito. La invito a rivolgere le domande al Chirurgo che dovrà intervenire
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente 542XXX

Forse mi sono espresso male ( sicuramente ), volevo capire la voce che effetto potrebbe subìre dopo questo tipo di operazioni ossia laringectomia parziale .

[#9] dopo  
Utente 542XXX

Poi perché statisticamente una laringectomia parziale passa quasi sempre a laringectomia totale?

[#10]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Le ripeto. ogni caso è a se e, quindi, solo il Medico curante saprà darle tutte quelle informazioni che, anche per Legge, avrà diritto di ricevere. Io non conosco il Paziente, le sue condizioni, il suo carattere, lo stadio della patologia e, quindi, trovo non corretto esprimermi in merito.
Dr. Raffaello Brunori

[#11] dopo  
Utente 542XXX

Perciò nel secondo post le ho precisato "statisticamente" ...., proprio perché capisco bene che è praticamente impossibile che un dottore possa senza dati alla mano fare in qualche modo un riassunto della situazione , come ad esempio sappiamo che c'è un' alta percentuale tipo il 95% di guarigione del tumore alla laringe , avremmo potuto sapere anche una percentuale in merito a (chiamiamolo così ) passaggio da laringectomia parziale a quella totale ..e quali potrebbero essere i motivi per cui si debba intervenire così .
Grazie

[#12] dopo  
Utente 542XXX

Perché dopo una laringectomia parziale c'è bisogno di esame istologico, quando lo stesso è stato già fatto con il primo intervento (laser) ?

[#13]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perché è prassi far esaminare tutto cio' che viene asportato, per una certezza di diagnosi
Dr. Raffaello Brunori

[#14] dopo  
Utente 542XXX

Io spero vivamente che mio padre non debba ricorrere nuovamente ad una nuova operazione ossia laringectomia totale , si verrebbe a creare un disastro sia psicologico che fisico visto che si tratta di un intervento radicale , anche perché il buchetto inizi a chiudersi e moralmente è molto attivo ...sta iniziando a vedere un po' di luce in fondo al tunnel.

[#15]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Anche io lo auguro con tutto il cuore. In bocca al lupo!
Dr. Raffaello Brunori

[#16] dopo  
Utente 542XXX

Salve , ad oggi abbiamo l' istologico estemporaneo : Esente da neoplasie .
Potrebbe essere una indicazione positiva anche essendo consapevole che l'istologico definitIvo è verità assoluta.
Volevo chiedere pure , perché a distanza di un mese e mezzo persistono tosse e muchi, lo stoma è quasi chiuso .
Saluti

[#17]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono veramente contento. Sino a che la stomia non si chiuderà del tutto, ci sarà sempre un po' di tosse e muco
Dr. Raffaello Brunori

[#18] dopo  
Utente 542XXX

Molto gentile dottore per le risposte che mi fornisce .
In merito a mio padre tutto procede bene come scrivevo sopra , però ho notato proprio oggi un piccolo gonfiore a destra tra il collo e la mascella ...quando vado un po' a tastarlo a parte che è duro ma gli fa un po' male costringendolo a mangiare più lentamente e con qualche sofferenza in più .
Cosa potrebbe essere ...ovvio che la diagnosi e la certezza non me la può fare ci mancherebbe non avendo nessun dato di mio padre .
Saluti