Utente
Buongiorno Dottori Vi ringrazio in anticipo, volevo esporVi un problema che mi tormenta da quando ero bambino, premetto che ho sempre sofferto di otite quasi sempre all'orecchio sx ora ho 42 anni, ma da qualche anno a questa parte la situazione è peggiorata, ormai questo problema si presenta due tre volte l'anno e anche d'estate come adesso. Circa due anni fà ho iniziato a fare delle visite di controllo da un otorino non appena si presentava il problema, dopo la visita il referto è stato sempre otite media dovuta a muco nell orecchio a volte molto dolorosa a volte solo con orecchio tappato. Ad aprile ho avuto un otite media cn forte infiammazione, dopo la visita l'otorino mi ha prescritto una tac al setto nasale, risultato setto nasale lato sx deviato il setto si presenta a forma di S. Mi è stata prescritta una cura antibiotica per 6gg dopo di che il dolore è passato ma l'orecchio è rimasto tappato ho recuperato dopo molti giorni circa 15 gg l'udito perfetto, ho discusso con lui sulla possibilità di un eventuale intervento al setto se questo poteva essere risolutivo per le frequenti otiti ma il dottore mi ha risposto che l'operazione non garantisce in alcun modo la risoluzione del problema. Passati solo tre mesi ed eccomi qua ancora con lo stesso problema orecchio sx tappato e dolorante, ho fatto la solita visita con il solito referto otite media cn infiammazione, cura antibiotica e cortisonica per sei giorni, ho terminato la cura da tre giorni ma l'orecchio è ancora tappato, ora dovrei a giorni ripetere la visita dall'otorino. Ora la cosa inizia a darmi seri problemi la cosa che mi preoccupa maggiormente è che non riesca a risolvere in modo definitivo questo problema che mi assilla da ormai moltissimi anni.
Secondo Voi che tipo di visita o che tipo di esame dovrei fare per capire a cosa è dovuta la frequenza di queste otiti, e capire come poter risolvere il problema? Grazie della vostra disponibilità e professionalità.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Prima di tutto, consiglio di consultare un altro Specialista. Non comprendo, infatti, la richiesta della tac del naso, visto che per appurare una deviazione è sufficiente una fibroscopia nasale. Se, invece, voleva vedere i seni paranasali per una sospetta rinosinusite, allora è un altro discorso. Come ben puo' capire, non sono in grado, da lontano, senza un esame clinico, dirle se necessiti o meno di un intervento chirurgico per la correzione della deviazione del setto nasale. Cio' che, invero, serve per capire l'entità del processo infiammatorio cronico a carico dell'orecchio medio, è una tac senza mezzo di contrasto dell'orecchio medio, appunto.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la risposta, certo capisco bene che senza un esame clinico non è possibile dare delle risposte, ma seguiro' il suo consiglio, consultero' un altro specialista.

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno dottore Vorrei chiederle un parere riguardo ad un articolo che ho letto girando su internet riguardo un metodo risolutivo per le otiti, inserendo una sonda guidata dal naso e una volta nella tuba di eustachio si fà gonfiare un palloncino per due minuti allargando tale condotto per dare meggior drenaggio del muco e maggior ventilazione all'orecchio, vorrei sapere se è un intervento che potrebbe davvero essere risolutivo al mio problema , e se si effettua in ospedale o in studi medici privati.
Grazie.

[#4]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, quando una patologia si presenta come "ricorrente", come nel caso dell'Otite Media Acuta Ricorrente (OMAR), spesso c’è qualcosa nel terreno, cioè nel distretto anatomico in cui la patologia ricorre ad attirare l’agente eziologico, che invece è innocuo per gli altri componenti della famiglia e addirittura, se monolaterale, spesso anche per l’altro l’orecchio.
In questi casi è spesso in gioco una disfunzione tubarica, cioè un cattivo funzionamento di quel tubicino (tuba o Tromba di Eustachio) che porta aria all’orecchio medio e ne drena le secrezioni. La tuba passa a pochi millimetri dall'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), e per attivarla quando andiamo in montagna o in aereo, muoviamo la bocca o deglutiamo. Chi ha problemi di occlusione dentaria può a volte presentare un conflitto tra il condilo mandibolare e la tuba che interferisce con il suo corretto funzionamento, e sostiene, a cascata, le problematiche che dalla disfunzione tubarica dipendono, e che vanno da un po’ di cerume in più (sintomo spesso incompreso) all’OMAR.
Anche la tecnica del "baloon" sulla quale lei chiede informazioni, è rivolta ad allargare la tuba: a mio parere l'esclusione dell'eventuale presenza del problema occlusale sopra esposto dovrebbe precedere questa opzione..
Altre volte il condilo mandibolare è in rapporto traumatico con il Condotto Uditivo Esterno, e l’irritazione che vi genera favorisce l’insorgenza delle Otiti Esterne
A lato del trattamento farmacologico dell'episodio acuto, che dà un beneficio immediato ma non evita le ricadute, nei casi di Otiti Ricorrenti sarebbe il caso di valutare anche l’eventuale presenza di problematiche strutturali e occlusali-ortodontiche.
Può trovare qualche ulteriore notizia su questo argomento visitando il mio sito internet alla pagina patologie trattate patologie dell’Orecchio .
Per questo, oltre ad approfondire le problematiche di specifica pertinenza otorinolaringoiatrica, le suggerisco di consultare anche un dentista gnatologo esperto in problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare, e soprattutto nei rapporti fra ATM e Orecchio: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.

Dia anche un'occhiata, a questo video: https://www.youtube.com/watch?v=hYq36Wu4veU
e, su questo stesso sito, agli articoli qui sotto linkati. Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti
https://www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1408/La-vertigine-di-pertinenza-odontoiatrica
https://www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1898/Ceruminosi-e-tappo-di-cerume
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#5] dopo  
Utente
La ringrazio dottore seguirò il suo consiglio farò una avisita da in dentista gnatologo, le farò sapere.
Grazie.