Utente 271XXX
Buongiorno a tutti.
Sono Luigi, il papà di Francesco un bambino di 9 anni, e scrivo per sottoporre a tutti un problema che ci sta affliggendo da qualche settimana.
Premetto che Francesco, da sempre, è facilmente suggestionabile da eventi quali vista del sangue(soprattutto se il suo) o dolori causati da traumi. Questa suggestione è spesso sfociata in mancamenti(o svenimenti): ad esempio dopo una estrazione di un dente da latte, o dopo una caduta con abrasione, lui tendenzialmente si sente male fino a svenire anche dopo parecchi minuti dall'evento.
L'ultimo episodio si è verificato a scuola Giovedì 27 settembre scorso: aveva una abrasione ormai guarita(ma coperta da crosticina) sul gomito; ha inavvertitamente urtato contro un banco e gli è fuoriuscita qualche gocciolina di sangue. Al che la maestra, dopo, mi ha detto che ha cominciato a vederlo pallido fino a che non è svenuto(occhi all'insù e irrigidimento del corpo). La maestra lo ha sdraiato per terra sollevandogli le gambe e dopo qualche decina di secondi è rinvenuto.
Quando sono arrivato a scuola l'ho trovato seduto al banco con un colorito biancastro che aveva ripreso le attività. Ricordava tutto quello che era successo, ma in ogni caso l'ho portato via anche perchè si sentiva frastornato. Nei giorni successivi è stato bene.
Venerdì scorso, 5 ottobre, vengo nuovamente chiamato dalle maestre perchè si è risentito male, questa volta senza nessun fattore scatenante. Non è svenuto ma ci è andato vicino anche grazie al repentino intervento delle maestre che lo hanno disteso per terra e sollevato le gambe. Anche in questo caso l'ho trovato un pò spaventato(ovviamente) e confuso nonostante ricordasse tutto quello che era successo.
A quel punto lo abbiamo portato al Pronto Soccorso del Bambin Gesù dove gli hanno fatto una visita generica, un ECG(nella norma), misurato la P.A.(125-75) e fatto uno stick glicemico(93). Ci hanno parlato di una pre-sincope vasovagale suggerendoci di approfondire presso l'Unità Operativa di Aritmologia Pediatrica/Sincope Unit di Palidoro(appuntamento fissato per 19novembre)
Il week-end(6 e 7 ottobre) è trascorso abbastanza bene tranne che per un evento "strano" sabato sera: usciamo a piedi per prendere un gelato a 500m da casa, e sulla via del ritorno, dopo aver mangiato il gelato, Francesco comincia a dire di non sentirsi bene. Ci fermiamo facendolo sdraiare su una panchina finchè non decide di ripartire e così pian piano torniamo a casa. Durante il percorso camminava a testa bassa perchè diceva di provare fastidio per i fari delle auto provenienti di fronte.
Infine stamattina(Lunedì 8 ottobre) si è svegliato già molto stanco(ma questa è una costante da qualche settimana); avevamo previsto di portarlo dalla pediatra in mattinata, ma lui ci ha detto che non gli andava di perdere lezione e così lo abbiamo assecondato mandandolo a scuola.
Dopo appena un'ora la maestra chiama mia moglie dicendole che Francesco non si è sentito bene ma non è svenuto.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
gentile signore
la diagnosi posta dal Bambin gesù è corretta ma farei approfondire le indagini anche da un punto di vista neurologico,quindi pratichi una consulenza di neurologia pediatrica,un fondo oculare,un EEG ed eventualmente se di necessità una RMN encefalo.Queste pre sincopi(nuovo termine usato al posto della classica lipotimia) possono originarsi da problemi cardiaci ma anche neurologici.Anche se ,dalla descrizione della sintomatologia che lei espone bene,sembra trattarsi di una sindrome vaso vagale.Approfondi bene con le suddette indagini
La saluto cordialmente
Dr. Gaetano Pinto