Utente 362XXX
Buongiorno,
disturbo per avere un parere sul caso di mio figlio, 5 mesi, che la scorsa settimana (Mercoledì) si è ammalato con tosse, forte raffreddore, faringite e febbre oscillante tra i 37 ed i 38,5.
Dopo un paio di giorni di attesa, somministrando inizialmente tachipirina e quindi in un secondo momento ibuprofene (dopo visita al PS pediatrico in seguito a notte insonne e pianto disperato e continuo) in terza giornata (Venerdì) la Pediatra ci ha prescritto la somministrazione di antibiotico (Clavulin) per 7 gg. (3 dosi ogni 8 ore).
La febbre si è trascinata fino alla Domenica sera, poi è scesa (abbiamo quindi interrotto la tachipirina) e in giornata odierna (Giovedì) stiamo ultimando la terapia antibiotica e continuando con le sedute di Aerosol (Clenil per 5 gg., adesso solo più fisiologica e acqua marina decongestionante)
Il bimbo è attivo ma a ns. parere un pò provato dall'antibiotico (e dall'evento influenzale in sè), sta lentamente riacquistando appetito (è ancora allattato esclusivamente al seno e fino a ieri faticava a riprendere il ritmo) e soprattutto persiste - ma credo possa essere fisiologico - una certa raucedine (evidente in caso di pianto o di toni vocali acuti).
Vi domanderei quali accorgimenti possiamo adottare per la raucedine (la pediatra ci ha soltanto consigliato di continuare con l'aerosol) e soprattutto se sia bene avere riguardo per un particolare comportamento in questi primi giorni di uscita (mia moglie si è limitata a portarlo un pò fuori da Martedì nelle ore pomeridiane).
Grazie come sempre per il Vs. preziosissimo servizio!

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La raucedine passerà piano piano. Nessun accorgimento speciale se non evitare gli sbalzi di temperatura tra interno ed esterno. Basta coprirlo bene, se l'aria fuori è troppo rigida è bene frapporre una sciarpina leggera che gli consenta di respirare un'aria diciamo "filtrata" .Bene uscire nelle ore calde della mattina o nelle prime del pomeriggio ammesso che non piova, non ci sia troppo freddo o condizioni climatiche avverse come vento, grandine, o addirittura neve.

cordiali saluti
Dott.ssa Anesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 362XXX

Grazie Dottoressa
Grazie per i suoi preziosi consigli!
Gentilissima come sempre!
Un carissimo saluto e buona giornata!

[#3] dopo  
Utente 362XXX

Gentilissimi,
perdonate un'ulteriore richiesta in merito all'episodio influenzale di cui parlavo nella richiesta precedente.
Al bimbo, risoltasi pressochè totalmente la raucedine, è rimasto un respiro occasionalmente rumoroso, soprattutto la notte, e il sonno conseguentemente è piuttosto disturbato (noi riteniamo a causa di questa leggera persistenza di "catarro alto") con numerosi risvegli.
Immagino non ci sia altra soluzione che attendere fiduciosi l'arrivo della "bella stagione" per vedere finalmente la scomparsa di questa fastidiosa situazione di congestione nasale.
Aerosol e aspirazioni nasali (con l'ausilio di soluzione fisiologica) non sortiscono effetti particolarmente risolutivi ed anche aver frapposto uno spessore sotto il cuscino non aiuta particolarmente.
Grato se potrò avere un Vs. ulteriore consiglio porgo carissimi saluti!

[#4] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Umidificate l'ambiente.
Poi lontano dai pasti, quando il piccolino rumoreggia col catarro fate in questo modo.
mettetelo a pancia in giù sulle vostre ginocchia con la testolina leggermente più in basso rispetto al piano d'appoggio e fate un massaggio delicato che parta dal fondo schiena a salire verso la testolina. Dopo 5-6 di questi passaggi delicati verso l'alto, dategli dei piccoli colpetti delicati sempre dal basso verso l'alto. Ciò aiuterà il drenaggio del catarro fino alla bocca. A quel punto prendete una garzina e delicatamente pulite la bocca.
Assicuratevi che sia ben idratato in modo che le secrezioni siano più fluide.

Cordialità
Dott.ssa Agnesina Pozzi

[#5] dopo  
Utente 362XXX

Grazie mille Dottoressa,
provvederemo fin da questa sera a massaggiarlo come ci ha illustrato!
Provvedo a postare un'altra richiesta inerente un'ulteriore richiesta.

Un caro saluto!

[#6] dopo  
Utente 362XXX

Buonasera dottoressa,
Abbiamo gia praticato al bimbo alcune volte il massaggio che ci ha consigliato ma al momento permane del catarro "alto" che si palesa soprattutto nelle ore notturne.
Volevo domandarle se, oltre al catarro, sia possibile a suo parere la presenza di un'infiammazione magari a livello di adenoidi (seppure ci paia improbabile).
Probabilmente con giorni meteorologicamente più clementi tutto andrà migliorando.
Grazie per la sua attenzione e un caro saluto!

[#7] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Idratatelo bene e non tenete il riscaldamento troppo alto; magari potete continuare con aerosol con semplice fisiologica per agevolare la fluidità del muco nasale che, se dovesse essere presente potete anche aspirare con una apposita pompettina nasale.
Adenoidi davvero improbabili, più probabile catarro nasale.

Cordialità
Dott.ssa Agnesina Pozzi

[#8] dopo  
Utente 362XXX

Grazie mille Dottoressa,
procediamo come da suoi consigli! :-)

A presto!