Utente 379XXX
buongiorno a tutti,
la mia bambina di 20 mesi non ha mai avuto un sonno decente. si addormenta nel suo lettino ormai da tanti mesi (ci mette mezz'ora, o più se è più eccitata, ma lo fa con tranquillità), però quasi sempre dopo un'ora si sveglia, spesso con fastidio, e vuole la mia mano, o a volte stare in braccio, o vuole il latte, o l'acqua, o a volte è proprio pronta per la giornata. questo anche 13 volte a notte, tanto che io dormo in un letto nella sua camerina per avere più tempo per riprendere sonno... cresce molto bene, è più alta della media e a parte la tosse quasi perenne (va all'asilo e mi dicono sia un classico) è sempre stata bene. è stata vista da tre pediatri (uno anche allergologo) e da un medico omeopata, ma senza risultati. soffre di dermatite atopica, che teniamo a bada con prodotti specifici per detersione e idratazione, e un pochino di pomata al cortisone quando è proprio necessario. si gratta spesso la notte, anche in assenza di eritemi evidenti, quindi abbiamo pensato che il prurito possa essere fra le cause dell'insonnia. il pediatra allergologo dice che non ha senso fare ora test o analisi per le allergie, e ci ha dato formistin ma non è servito a evitare i grattamenti e migliorare la qualità del sonno. per la tosse ha fatto qualche ciclo di 6 giorni di bentelan, che ha temporaneamente aumentato l'agitazione e peggiorato il sonno. la pediatra di base ci aveva poi fatto notare che la bimba ha la pancia un po' gonfia, ma il secondo pediatra non ha dato peso alla cosa. a livello alimentare, sembrava non avere problemi o segni evidenti di allergie o intolleranze (ha preso il mio latte fino a 7 mesi e mezzo, svezzamento iniziato a 5 mesi compiuti). due giorni fa, però, 15 minuti dopo aver mangiato un hamburger di prosciutto cotto si è riempita (tronco) di eritema, e al PS le hanno dato bentelan. ora sta meglio, io imputerei a qualche additivo del cibo confezionato questa reazione violenta, ma leggendo qua e là mi chiedo se la pancia gonfia, i frequenti risvegli notturni e la dermatite non possano essere legati ad un'allergia o intolleranza alimentare. magari al lattosio? purtroppo non sono riuscita a farle apprezzare il latte di riso, beve mezzo bicchiere di latte prima di addormentarsi e guai a toglierglielo.
ho cercato di fare un quadro il più completo possibile, prima di sentirmi dire ancora, come purtroppo so, che ci sono bambini a cui basta anche dormire così, e che di solito migliorano spontaneamente con la crescita.
ma davvero non ha senso provare a fare delle analisi del sangue ora?
grazie in anticipo
una mamma felice ma insonne

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
gentile signora
la dermatite atopica è dovuta ad una anomalia complessa che interessa vari geni con interazione di fattori ambientali.Vi potrebbe essere una eventuale sensibilizzazione allergica a qualche alimento,ma questo aspetto non è condiviso da tutti gli esperti del settore.Certamente la causa della malattia è complessa e non può essere dovuta unicamente ad una allergia alimentare.Nella patogenesi si include in primo luogo una alterazione della barriera cutanea e una disregolazione del sistema immunitario.La cosa migliore è rivolgersi ad un Centro di Allergologia Pediatrica per inquadrare la malattia,evitare di fare diete di eliminazione senza un fondato motivo.Tali diete infatti potrebbero essere incongrue e potenzialmente dannose
cordiali saluti ed auguri
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 379XXX

buongiorno dott. Pinto,
la ringrazio tanto per la sua gentile risposta. purtroppo in zona ci era stato indicato solo il pediatra specializzato in allergologia che ha già visto la bimba, e che ha escluso l'opportunità di fare accertamenti prima dei tre anni, e dello stesso parere sono anche la pediatra di base e il pediatra privato che la segue da sempre (in attesa di poter cambiare la prima pediatra di base che eravamo stati costretti a scegliere - unica disponibile al momento della nascita della bimba - ci eravamo rivolti a lui in quanto molto stimato e apprezzato in zona).
vorrei aggiungere un dato che credo sia rilevante: nelle ultime 4 notti, dopo lo sfogo violento che la bimba ha avuto, il suo sonno è stato di gran lunga più tranquillo, con solo 2 risvegli per notte (evento che finora potevo contare sulle dita di una mano). non voglio cantare vittoria, ma il figlio di un'amica, che aveva problemi di sonno e di pelle come la mia bimba, dopo un'acutizzazione della malattia con sfogo su tutto il corpo ha iniziato a dormire bene. il bimbo è stato poi portato in un centro di dermatologia pediatrica, dove hanno spiegato che probabilmente il bimbo dormiva male per questa dermatite che "covava" senza sintomi evidenti, e che una volta "uscita" fuori aveva risolto il "logorio" che era concausa dell'insonnia. secondo lei un discorso del genere potrebbe avere senso?
la ringrazio ancora per la sua disponibilità
cordiali saluti