Utente 466XXX
Buongiorno. Sono padre di un bimbo di 19 mesi che sta manifestando da alcuni mesi episodi febbrili ricorrenti (ogni 3 settimane, a volte persino ogni 15 giorni), talvolta associati con problemi respiratori. Il piccolo gode di un ottimo sviluppo, dato che è alto circa 80 cm ed il suo peso oscilla intorno ai 13 kg. Attualmente ci troviamo con la famiglia in Messico (ha fatto in tempo a ricevere i vaccini in Italia), dove questi episodi febbrili hanno cominciato a manifestarsi. La febbre si è presentata a volte con tosse e mal di gola. E' sempre stato trattato per questi sintomi usualmente con antibiotici e paracetamolo o ibuprofene per la febbre.
In quest'ultima occasione il pediatra gli ha diagnosticato una reazione allergica facendo da questa derivare sia la febbre che i problemi respiratori. Gli ha prescritto Claritromicina (cura già conclusa), Levocetirizina, Montelukast ed un bronco dilatatore (salmeterolo/fluticasone). All'inizio della cura la febbre è svanita per ripresentarsi oggi, a due settimane esatte. E' salita molto nonostante gli interventi per abbassargliela, fino a procurargli convulsioni. Contattato d'urgenza, il pediatra gli ha prescritto supposte di naproxeno e paracetamolo, ma la febbre non sembra voler scendere sotto i 38,5.
Vorrei chiedere, in una situazione simile, come orientarmi e che tipo di analisi dovremmo fare per capire quale sia la causa di tali febbri. L'impressione che ho è che i suoi disturbi siano sottovalutati e che non stiamo ricevendo una consulenza medica adeguata, pur essendoci rivolti privatamente ad un noto pediatra. Un cordiale saluto

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
gentile utente
a questa età le infezioni respiratorie sono frequenti e spesso vengono contratte col contatto interumano.Se le infezioni sono molto frequenti le consiglio praticare un emocromo per valutare i neutrofili,un dosaggio delle immunoglobuline sieriche e le sottopopolazioni linfocitarie
saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 466XXX

La ringrazio Dottore. Non avevo ricevuto notizia da parte del sito della sua risposta.

Sicuramente procederemo con gli esami da Lei suggeriti.

Un cordiale saluto