Schizofrenia

Gentile dottore,
a un mio caro gli è stata diagnosticata la schizofrenia due anni fa. Da allora fa uso di un farmaco neurolettico ovvero di risperidone con una dose giornaliera che prima era 4 mg e ora 2 mg. A volte però a periodi, soprattutto nell'ultimo periodo, sembra essere assente quando si cerca di interagire, non risponde e si limita a camminare da un lato all'altro della casa. Consultando lo psichiatra ha detto che si tratta "di un atteggiamento tipico" e che dunque non c'è bisogno di modificare la terapia. Io vorrei però sapere come mai avviene solo alcune volte o a periodi. Non è che la cura non funziona più?
Ho provato anche a diminuire la dose, ma purtroppo questo non ha fatto altro che peggiorare la situazione, così sono ritornata alla situazione di base.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 991 248
Gentile utente,

Non è facile dire cosa sia questo atteggiamento. Certamente rientra tra le possibili manifestazioni della malattia, così come tra quelli peggiorati dal farmaco stesso.
Nel tempo la schizofrenia tende a passare da manifestazioni più esplosive e aggressive a manifestazioni di distacco e isolamento.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini