Utente 429XXX
Gentili Dottori,
vi scrivo per chiedervi delucidazioni, se possibile, in merito a ciò che mi è accaduto.
In seguito ad un incidente stradale che fortunatamente non ha coinvolto altre persone e mi ha lasciata illesa sono ipersensibile ai rumori improvvisi, scatto (nel senso che mi allarmo) per poco. Passerà?
Ho un vuoto rispetto al "prima", ho scoperto di avere discusso ma non ricordo gli argomenti, avevo bevuto ma è possibile si cancellino completamente dei pezzi e se ne ricordino altri successivi?
Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Sono sintomi da valutare meglio, se stanno rimanendo o si arricchiscono di altri aspetti. Dopo incidenti in cui si è corso un rischio concreto, sono note sindromi cosiddette post-trauma, che possono insorgere in ritardo, ma essere precedute da situazioni come quelle da Lei descritte, cioè distrazione, senso di estraneità o di "confusione" combinati però ad una ipersensibilità agli stimoli ambientali, sensibilità negativa, ansiosa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 429XXX

Grazie Dottor Pacini per avere risposto così velocemente. Volevo precisare che il vuoto io l 'ho sperimentato prima dell'incidente, nel senso che non ricordo cosa sia successo..lo so che ho discussi perché mi è stato riferito e ho un unico flash di io che esco ma poi non so che strada ho fatto. Ricordo da un certo punto in poi della strada... può essere tutto addebitato all'alcol? O è strano che uno si ricordi da un certo punto in poi?
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

No, l'amnesia dell'incidente è causata dall'incidente, e si cancella anche la memoria un po' a ritroso, del "subito prima", ma non è che l'aveva prima dell'incidente l'amnesia...
Questo è quanto accade a chi ha incidenti gravi o in cui rimane molto spaventato. Poi se aveva anche bevuto ovviamente gioca anche quello, ma non mi sembra sia questo il punto importante
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 429XXX

Per lei non può essere che sia stata traumatica la discussione accesa e per quello l 'ho dimenticata?

[#5] dopo  
Utente 429XXX

Perché so che a causa della discussione volevo morire. Ora no ma in quel momento non ero in me. O lo ero, non so. Ho due parti di me e mi spaventano per motivi opposti entrambe.

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ma che posso saperne io se non lo ricorda Lei in che cosa è consistita la discussione ?
Stiamo dicendo che ha avuto un incidente, questo mi sembra l'evento traumatico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 429XXX

Non importa che si arrabbi, lo so bene che non lo può sapere in cosa è consistita la discussione, volevo solo sapere se poteva essere verosimile o no per come funziona la psiche e l'effetto che ha l'alcol. Non ho mai pensato avesse la sfera di cristallo.

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non ricorda di cosa ha discusso e vuole sapere se può essere stato traumatizzante...che domande è ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 429XXX

La domanda è se l'alcol può causare un'amnesia per come l'ho descritta o se potrebbe essere spiegata da una discussione "traumatica ".
Grazie

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

vedo che non ne usciamo. Continua a ripetere le stesse domande, una a cui ha avuto risposta, l'altra priva di senso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 429XXX

Ok ho capito. Un'altra domanda: è possibile che mi ritorni in mente ciò che ho dimenticato o è perduto per sempre?

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Si sta fissando su questo punto, anziché su quello che le è stato consigliato. Queste domande si generano in automatico da cose che sa già o che sono ovvie.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 429XXX

Sto solo cercando di ricostruire l'accaduto perché, viste le conseguenze, mi spaventa l'idea di essere in balia di emozioni incontrollabili e dirompenti e non ricordare mi fa sentire ancora più in balia. Se le risposte -per me-fossero ovvie non farei le domande.

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se cerca di ricostruire l'accaduto non ci vedo niente di sbagliato, d'altro canto se ha discusso con qualcuno questi le saprà raccontare cosa vi siete detti.
Questo non le toglierà alcuno spavento in generale, però, semplicemente potrà chiarirle l'episodio in questione.
Quando uno si ripete le domande in maniera preoccupata le risposte non sono più ovvie, ma domande del genere, da come sono formulate, si capisce che nascono già da una cosa che uno sa da solo, del tipo "è possibile essere investiti mentre si cammina per strada". La preoccupazione per il controllo che può perdere si intuisce, però qui il punto è se quest'insieme di sintomi che sta avendo dopo l'incidente merita un trattamento o solo osservazione. Comunque se vuole inquadrare la cosa un parere psichiatrico è, operativamente, la cosa da fare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 429XXX

Gentile Dottor Pacini,
episodi di "sonnambulismo "possono essere correlati all'incidente?
Mi spiego meglio, ho scoperto dalla persona che dormiva con me che stanotte ho guardato il cellulare è ho urlato "oddio"....lei si è arrabbiata pensando fossi sveglia ma non ricordo niente..
Il sonno l'ho agitato da sempre, soffro di bruxismo e mi è capitato di svegliarmi urlando o parlare nel sonno ma addirittura accendere il cellulare no...
Volevo chiederle anche quanto tempo è normale che duri l'ipersensibilità ai rumori?
Grazie ancora

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Può durare qualche mese e poi calare, ma è una situazione da valutare adesso, non attendendo oltre, i sintomi sono già diversi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
Utente 429XXX

Secondo lei , per la sua esperienza, "il sonnambulismo "può essere causato dall'incidente?

[#18]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sta continuando a ripetersi a vuoto delle domande che originano da cose che ha già pensato da sola. Inoltre domande così generiche producono risposte generiche: "E' possibile ?" "E' possibile". Quando ha ottenuto una risposta del genere, cosa ha risolto ? Nulla.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#19] dopo  
Utente 429XXX

È che sto solo cercando di capire se sto peggiorando o se è un momento di assestamento dovuto all'incidente.L'anno scorso sono stata male e ho paura di stare di nuovo male ma non voglio prendere di nuovo farmaci

[#20]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Oltre un certo limite uno si fissa di dover capire qualcosa, finendo semplicemente per far domande che già sa, generiche e quindi inutili, o sul futuro e quindi aperte.

In che senso prendere "di nuovo" farmaci ? Quando ne ha presi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#21] dopo  
Utente 429XXX

Un anno e mezzo fa ho preso quetiapina e trittico per istinti suicidali(disturbo borderline). Faccio anche psicoterapia. Mi ero ripresa, mi sono ripresa, ma poi quest'episodio mi ha scombussolato proprio perchè inaspettato.

[#22]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Una terapia per una condizione del genere che dopo un anno è già finita ? Durata pochino direi, e quindi io le consiglio vivamente di farsi rivedere, perché è probabilmente da riprendere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
Utente 429XXX

Quanto dovrebbe durare?
Io credo dall'inizio di aver fatto -compresi cambi aggiustamenti e aumenti- circa 6 mesi. Ma poi son stata "relativamente "bene ( o male) fino a quest'episodio ( a un anno di distanza) che mi ha spiazzata.
Non voglio dipendere da un farmaco che mi ha dato sì benefici ma anche effetti collaterali. Non voglio nemmeno però ritrovarmi nel baratro. .per quello sto cercando di capire quanto sia grave la situazione.

[#24]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ci sono varie alternativa per quella diagnosi, ma nenche credo voglia dipendere da un disturbo che ritorna.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#25] dopo  
Utente 429XXX

Ho provato a prendere Lamictal ma ho avuto una reazione dermatologica, il Daparox mi dava agitazione motoria...Con la quetiapina e il trittico mi trovavo bene però sono aumentata di peso. Son quasi riuscita ora a riperdere il peso guadagnato in quei mesi, nonostante mangiassi meno e facessi più movimento non sono riuscita a interrompere l'aumento finché prendevo i farmaci. Inoltre ero molto più tranquilla ma ero troppo distante da me. Ora forse sono troppo vicina.

[#26]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Rimangono altre alternative.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#27] dopo  
Utente 429XXX

Che categoria di farmaci ?

[#28] dopo  
Utente 429XXX

Esiste un farmaco utile nrl mio caso che non faccia ingrassare?

[#29]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le stesse categorie dei farmaci già presi, ma farmaci diversi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#30] dopo  
Utente 429XXX

Finché posso preferisco evitare, anche perchè son tutti farmaci pesanti e gli ssri purtroppo sembra non facciano per me. In questa categoria ci sarebbe teoricamente qualcosa di compatibile?

[#31]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Farmaci "pesanti" è un po' vago, le serve una terapia per tenere in equilibrio questa situazione. Ora comunque val la pena di considerare la necessità di una cura
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#32] dopo  
Utente 429XXX

Farmaci pesanti per me sono gli antipsicotici i neurolettici e gli stabilizzatori dell'umore. La quetiapina mi è stata davvero utile anche se ero molto contraria ma ha, purtroppo, questi effetti collaterali.. e poi non ci posso neanche pensare di assumere un farmaco a vita. Io stavo relativamente bene (senza farmaci) ma da questa discussione e l'incidente che mi sono intenzionalmente causata mi sono spaventata. Adesso però per intenderci non ho istinti suicidali sono spaventata da queste mie reazioni incontrollabili o che perlomeno non riesco ad arginare prima dell'esplosione.
Grazie per l'attenzione che mi dedica.

[#33]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Forse non ci siamo capiti. Non stiamo parlando di un'idea che Lei ha delle cose, ma del senso medico dei termini.

Inutile che ci giriamo intorno, è bene che ricontatti lo psichiatra.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it