Utente 508XXX
Salve gentili dottori,
Ho 18 anni. Vi scrivo perché ho bisogno di un consiglio su come trattare delle problematiche riguardanti la mia vita sessuale. Sono attualmente in psicoterapia per una serie di problematiche riguardanti la mia identità, tra cui vi è una confusione sull’orientamento sessuale. Probabilmente per compensare lo stress, ricorro fin da quando avevo 12 anni a masturbazione in modo compulsivo (Quotidianamente non meno di 5 volte). Il tutto è molto sbrigativo, segue un breve orgasmo anche poco intenso, e l’eiaculazione è rara e molto scarsa, il più delle volte con sperma liquido o molto denso, mai della consistenza che dovrebbe avere. Durante la masturbazione non ho fantasie di alcun genere. Sembra necessaria in momenti di particolare stress.
Inoltre da breve tempo ho iniziato a fumare assiduamente.
Anche se la masturbazione compulsiva mi è sempre sembrata un’abitudine non sana, non ho avuto nessun problema fino a quando sono arrivato a praticare il sesso con il mio ragazzo il quel contesto, oltre a molta ansia, che in realtà derivava in parte da queste disfunzioni, ho avuto molta difficoltà nel tenere l’erezione, il che ha compromesso ogni pratica che andasse oltre i preliminari. Inoltre non ho una vera libido, piuttosto provo piacere in determinati momenti di intimità e coinvolgimento. Da un po’ di tempo ho smesso di avere fantasie sessuali e provare attrazione fisica. Sono solo le circostanze e l’affetto che mi provocano eccitazione.
Mi chiedo se ci possano essere problemi a livello fisiologico, se sia tutto riconducibile alla masturbazione eccessiva, o se sia una problematica da esplorare in psicoterapia (come credo sia, almeno in parte).
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Evidentemente ha una problematica compulsiva che non sembra essere trattata in alcun modo.

Primariamente andrebbe fatta una diagnosi specifica per i suoi disturbi psichiatrici ed eventualmente valutata una terapia appropriata.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it