Diagnosi disturbo di personalità

Buona sera dottori, avrei bisogno di un parere riguardo la mia diagnosi.
La psicologa mi ha somministrato la Scid per disturbi di personalità ossessivo compulsivo e borderline.
È uscito un disturbo borderline.
Ecco mi domandavo se sia una diagnosi attendibile.
Ovviamente la dottoressa mi conosce da tempo, per cui ci sono stati tanti colloqui prima.

Inoltre ho la diagnosi anche di disturbo ossessivo compulsivo.

Vi ringrazio in anticipo
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Gentile utente,

Insomma. In altre parole, è attendibile il fatto che se ripete la scid da medici diversi venga sempre fuori quello, mentre invece su cosa indichi borderline, questo più che dubbio è sovrapposto ad altre diagnosi.
Questo perché non tutte le diagnosi vengono fuori bene stesso modo, e i criteri sono oggetto di discussione, per cui per alcuni per esempio borderline è una sottoforma di bipoalre II con un fondo continuo di instabilità umorale, un livello di impulsività maggiore.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Certo dottore ho capito riguardo alle diverse denominazioni ma mi chiedevo dato che mi hanno detto che ho un disturbo di personalità, se è veramente borderline
[#3]
dopo
Utente
Utente
Cioè me lo ha detto che ho il disturbo borderline come disturbo principale. Vorrei sapere se il test in qualche modo ha validità diagnostica.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Che valenza ha la Scid?
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Un modo automatico per riconoscere i quadri diagnostici.
Però non tutte le diagnosi sono così "forti" in termini di inequivocabilità rispetto ad una diagnosi fatta con uno strumento del genere. Quindi alcuni risultati sono costanti nel tempo e costanti nello spazio (diversi esaminatori), altri meno. Si continuano ad utilizzare per esempio le diagnosi di disturbi di personalità anche se, prese singolarmente, sono poco affidabili, mentre prese a gruppi (a,b,c) di più.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie, quindi secondo lei dovrei fidarmi della mia diagnosi? Purtroppo la mia ossessività (disturbo ossessivo compulsivo ) non mi aiuta. Nel senso che metto in dubbio di continuo quello che sono e almeno sapere qualcosa di me mi tranquillizzerebbe.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Cioè voglio dire, la diagnosi che mi hanno fatto secondo lei è sufficiente oppure no? Tenendo conto che diagnosticare i disturbi di personalità sia difficile.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, riuscirebbe a rispondermi? Grazie mille
[#9]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
non è necessario che solleciti, i tempi non si accorciano.

Le spiego ulteriormente. Quel test serve per vedere se individua un qualcosa che sia costante e diverso da altre diagnosi. Non sempre questa affidabilità della diagnosi è soddisfacente. Per il borderline non lo è molto.
Però la diagnosi via scid si fa sia per inquadrare rapidamente prima di visitare, sia per statistica, sia per gli studi che devono avere un modo standard di prendere le diagnosi etc.
In genere anche senza usare la scid più o meno si usano i criteri del dsm anche in una visita normale.

Per quanto concerne il sapere qualcosa. Non le giova avere l'idea che si debba sapere con certezza 0/1 chi lei è e come va definito. Peggiora l'ossessività. Lei in termini diagnostici sarà sempre un qualcosa definito in maniera relativa e incompleta, perché lo strumento riesce a focalizzare qualcosa, e non altro, e perché nel tempo le persone subiscono anche dei cambiamenti nel loro modo di esprimersi, di riferire le cose e di apparire.

Detto questo, piuttosto ha senso che riceva spiegazioni sui meccanismi del suo disturbo, su cosa eventualmente lo peggiora e lo migliora, sulla tendenza a cercare spiegazioni che non è una via di attenuazione ma anzi è un sintomo.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#10]
dopo
Utente
Utente
Lo so dottore, purtroppo io ho domandato più volte alla psicologa e mi ha detto che ho il disturbo borderline perchè così era emerso dalla scid. Ma è come se non mi fidassi. Poi ho letto in internet che la scid non è affidabile per cui mi sono venuti ancora più dubbi.
[#11]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Non è che non sia affidabile la scid. E' semplicemente una raccolta di criteri diagnostici in un modo che è validato nella lingua di appartenenza della persona. Le varie diagnosi hanno ciascuna una propria validità statistica.
Però sinceramente non capisco perché perde tempo dietro a questa questione. Lei ha una diagnosi, si documenta, si fa spiegare se non le torna, e naturalmente poi ne seguono delle cure. E naturalmente la diagnosi non si fa così con lo scid e basta ma visto che si può essere visitati, si fa anche in questo modo, raccogliendo tutta una serie di informazioni utili.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#12]
dopo
Utente
Utente
Ok quindi mi fiderò di questa diagnosi e non perderò più tempo
[#13]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Guardi, la diagnosi è in questi casi soltanto un nome che si dà a quello che già si conosce. Naturalmente uno degli scopi è una prognosi, cioè previsione degli sviluppi. Ma in genere non è che siano sviluppi già in atto o su cui tempestivamente si debba far qualcosa, o notizie negative da sapere. E' un modo per capire che effetti possono avere certe cure, come si comporta il disturbo spontaneamente, etc

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#14]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per il tempo dedicatomi.
Riguardo al borderline: io presento anche ossessioni. Poi c'è impulsività, autolesionismo, qualche distacco dalla realtà. La psicologa diceva che le ossessioni nel mio caso sono un modo che utilizzo per tenere sotto controllo l'angoscia. Sono frequenti ossessioni nel borderline?
[#15]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Questo si capisce, è il motivo per cui si sta ponendo la domanda sulla diagnosi, l'ossessività.
Non è che utilizzi le ossessioni, nel suo caso il cervello prende questa via che gli è congeniale, potendo anche convincersi che sia una via utile. In realtà è la via che gli viene meglio nell'immediato.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#16]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore. Il disturbo borderline e il disturbo ossessivo compulsivo posso sussistere insieme?
[#17]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Sì.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#18]
dopo
Utente
Utente
Scusi dottore, comunque non ho capito se la diagnosi che ho ricevuto tramite scid sia valida oppure no.
[#19]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
In questo consiste il disturbo ossessivo ...
Si sta ponendo domande a ripetizione su risposte già avute ma soprattutto più la fa e meno si capisce cosa voglia dire la domanda. Sta trattando questo SCID come fosse un oracolo fonte di chissà quale sorpresa.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#20]
dopo
Utente
Utente
Non voglio sia un oracolo dottore. Io mi sforzo di non pensarci. Comunque quello che volevo domandare è se la diagnosi fattami di borderline dalla psicologa sia affidabile
[#21]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Eh ma appunto questo l'abbiamo già detto, e affidabile non è un si/no, è un dato statistico, come tutto del resto. E' il valore che dà Lei a questo affidabile che pare debba risolverle non si sa qualche angoscia.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#22]
dopo
Utente
Utente
Dottore mi scuso, non penso di essere dira di testa, o forse sarà che questo disturbo ossessivo compulsivo grave aggiumgerei non mi aiuta. Ho avuto tantissimi miglioramenti, e come può capire ero messa molto male. Insomma non ho capito la sua risposta. Ho o no questo disturbo borderline?
[#23]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Non è che lo ha o non lo ha. Lo SCID definisce queste diagnosi. Ciascuna ha una probabilità di essere la stessa nel tempo e tra esaminatori diversi. Poi, il borderline dello SCID e il borderline di un altro test tra loro concordano poco, cioè se fa un test o un altro possono venire risultati diversi con discreta probabilità. Quindi vale anche cosa uno prende come riferimento della diagnosi, non sempre c'è una "unica" diagnosi, spesso diversi gruppi scientifici propongono diversi criteri.
Però qui il punto su cui mi pare si stia attorcigliando è: quindi a questo punto cosa comporta questa diagnosi ? C'è da decidere una cura, c'è da pianificare altro ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#24]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno dottore. Intanto la ringrazio per le sue pazienti risposte. In realtà sono sotto terapia farmacologica da molto tempo, ancor prima della diagnosi. Si vede che la dottoressa aveva già in mente una diagnosi. Però ultimamente qualche sintomo ossessivo è tornato mentre gli altri sintomi sono quasi andati via.
[#25]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno dottore. Ho alcune novità. Ho domandato alla psichiatra e mi ha spiegato cosa è il disturbo borderline. Dice che alcune cose del borderline non le presento mentre l'impulsività si. Inoltre mi ha detto di chiedere delucidazioni alla psicologa (lavorano in collaborazione) perchè è stata lei a farmi la Scid. Diceva che su di me avevano due prospettive e che la psicologa, dalla quale vado molto più spesso in quanto sto facendo una psicoterapia quasi ogni settimana, aveca messo in risalto di me alcuni elementi che lei (la psichiatra) non aveva notato. La psichiatra stessa diceva che il test non basta da solo per una diagnosi ma che aveva messo in risalto (il test) alcune cose che non aveva notato. Se chiedo alla psicologa lei mi dice come mi aveva detto in passato che ho il disturbo borderline di personalità. Tenendo conto anche che secondo me la psicologa mi conosce di più dato che la vedo molto più spesso è caso che io la smetta di torturarmi e mi fidi di quello che mi dice la psicologa?
[#26]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, riuscirebbe a rispondermi a questa ultima domanda?
[#27]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
E' esattamente quel che dicevo. Il test aiuta per la diagnosi ma se non corrisponde, prevale ovviamente la clinica, a meno di supporre che lei riferisca nelle domanda qualcosa che poi nega nel colloquio, ma non avrebbe molto senso.
Personalmente, non ci ho capito granché non sulla teoria, ma in pratica. In conclusione: con quel test sono emersi aspetti che la psichiatra non aveva notato, oppure nonostante risulti quella diagnosi formalmente, la psichiatra dice che il test è da considerarsi alla luce della clinica diretta, e quindi a parte l'impulsività non le risultano altri aspetti ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#28]
dopo
Utente
Utente
In che senso lei ha detto: "se non corrisponde" ?
La psichiatra diceva che i test vanno contestualizzati. È quello che in più consulti avevate detto riguardo al rapporto test e diagnosi.
La psichiatra non mi ha detto: hai il disturbo borderline. Questo me lo ha detto la psicologa. La psichiatra infatti non è stata molto chiara.
Detto questo dottore, non capisco la domanda che mi fa. Potrebbe ripeterla?
[#29]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
No, questo lo ha detto il test a quanto mi ha riferito Lei, non lo ha detto né la psicologa, né la psichiatra.
Il test dà dei risultati.
Se il test mi dà una diagnosi che a me non risulta, verifico. Se la persona ad esempio mi dice che soffre di x e io poi verifico a voce e non mi torna, evidentemente prevale la verifica, visto che parliamo di domande su sintomi e notizie biografiche, quindi non è come avere un test per l'uso di droghe e poi la persona che dice di no, nel qual caso potrebbe prevalere il test.

Posso dirle una cosa ? Secondo me sta ingigantendo una questione che per i professionisti stessi è solo un test esplorativo o un modo per vedere rapidamente dove possono essere i problemi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#30]
dopo
Utente
Utente
Dottore capisco che sto ingigantendo. Tuttavia le dico che la psicologa stessa mi ha detto che ho quel disturbo dopo aver fatto il test. Il test ha fatto risaltare delle cose che la psichiatra non aveva notato. Comunque secondo lei mi fido di quello che mi ha detto la psicologa? La psichiatra invece non è stata chiara. Ma dato che collaborano tra di loro, la psicologa mi direbbe forse una cosa non vera?
[#31]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
" Il test ha fatto risaltare delle cose che la psichiatra non aveva notato. "
Secondo la psicologa, ma la psichiatra dice che così non è.

Ma vede, secondo me non ne esce da questa questione, è talmente semplice e ne sta facendo una cosa complicata. Stiamo parlando di un test che evidenzia degli aspetti sulla base di risposte che uno dà, non di una radiografia che fa vedere cose sulla base di una tecnica a se stante.
E' un modo standardizzato per porre delle domande, scritte anziché a voce, in maniera fissa anziché con la variabilità che passa da persona a persona.

Non è che la psicologa le dice una cosa, le dice il risultato del test. Se mai avrebbe senso dire "il test dice questo, non era emerso dalla diagnosi psichiatrica....ma effettivamente da quello che si vede nelle sedute psicologiche risulta".

Insomma, se la psicologa da tempo la conosce, possibile non fosse emerso niente che portasse verso una diagnosi di quel tipo ? DIciamo che è possibile e che se ne è accorta con il test. Dopo di che con il risultato del test uno verifica se effettivamente allora ci sono aspetti che non erano stati chiariti e che tornano, oppure no.

Spero sia chiaro.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#32]
dopo
Utente
Utente
La psichiatra non aveva rilevato alcune cose. La psichiatra stessa mi ha detto che probabilmente potrebbe non averle notate.
Mi dica allora quale sarebbe la mia diagnosi? Preciso che la psicologa mi ha somministrato il test sia di disturbo ossessivo compulsivo di personalità sia di borderline ed era uscito che è borderline.
[#33]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore riuscirebbe a rispondermi? È li il punto centrale. Grazie mille davvero

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio